Il Consiglio di amministrazione riunitosi il 24 aprile 2018 ha istituito un comitato Remunerazione e nomine composto da tre consiglieri non esecutivi e indipendenti:

I membri del comitato Remunerazione e nomine sono in carica fino alla scadenza del mandato di amministratori e quindi fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2020.

Il Consiglio di amministrazione ha attribuito al comitato Remunerazione e nomine le seguenti funzioni e competenze:

  • funzioni consultive e propositive nei confronti del Consiglio di amministrazione in materia di definizione delle politiche di remunerazione degli amministratori e dei dirigenti con responsabilità strategiche e di verifica periodica, in coordinamento con la direzione centrale Risorse umane e organizzazione di Gruppo, della coerenza delle attività esecutive rispetto ai principi definiti nell’ambito delle politiche, riferendo in merito al Consiglio di amministrazione;
  • funzioni propositive nei confronti del Consiglio di amministrazione in merito alla remunerazione degli amministratori investiti di particolari cariche (es. Presidente, Amministratore delegato, consiglieri con deleghe e consiglieri membri di comitati);
  • proposta al Consiglio di amministrazione delle iniziative intraprese dal comitato stesso in materia di individuazione e definizione delle linee guida aziendali in termini di fidelizzazione e incentivazione del management;
  • funzioni propositive relative all’attuazione dei piani di stock option istituiti dall’Assemblea degli azionisti ai sensi dell’art. 114 bis del DLgs. 58/1998;
  • funzioni propositive nei confronti del Consiglio di amministrazione in merito alla dimensione e composizione del Consiglio stesso e alle figure professionali la cui presenza all’interno del Consiglio sia ritenuta opportuna, oltre che su eventuali limiti al numero di altre cariche assumibili dai consiglieri;
  • funzioni propositive nei confronti del Consiglio di amministrazione in merito a candidati alla carica di amministratore nei casi di nomina per cooptazione in sostituzione di amministratori indipendenti.

Nel corso del 2017 il comitato ha tenuto 4 riunioni, regolarmente verbalizzate, alle quali, su invito del comitato stesso, ha presenziato il presidente del Collegio sindacale.

Le riunioni hanno riguardato:

  • la relazione del direttore centrale Risorse umane e organizzazione in merito alla concreta applicazione della politica durante l’esercizio 2016;
  • la proposta per l’adozione del nuovo piano di incentivazione a medio/lungo termine (piano triennale 2017 – 2019) e la proposta di relazione della politica sulla remunerazione (attuazione 2016 e previsione 2017);
  • le comunicazioni del direttore centrale Risorse umane e organizzazione in ordine al ruolo di un dirigente strategico;
  • il piano triennale 2014-2016;
  • le comunicazioni del CFO in merito ai risultati economici dell’esercizio 2016;
  • la politica sulla remunerazione per l’esercizio 2017: aggiornamento del direttore centrale Risorse umane e organizzazione sulla concreta applicazione nella prima parte dell’esercizio 2017;
  • le considerazioni in merito ai comportamenti di voto dei fondi e dei proxy in sede di assemblea del 27 aprile 2017.