Responsabilità del Consiglio di amministrazione

Al Consiglio di amministrazione spettano tutti i più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria della Società, a eccezione di quelli riservati per legge all’Assemblea. Al Consiglio fanno capo le funzioni e la responsabilità di determinare gli indirizzi strategici e organizzativi per la Società e il Gruppo.
In particolare il Consiglio di amministrazione:

  • esamina, e approva nelle linee generali, i piani strategici industriali e finanziari della Società e del Gruppo presentati dall’Amministratore delegato;
  • esamina e approva il sistema di governo societario della Società e la struttura del Gruppo;
  • definisce, con l’assistenza e sulla base delle indicazioni del Comitato controllo e rischi, le linee di indirizzo del sistema di controllo interno e verifica l’adeguatezza, l’efficacia e l’effettivo funzionamento del sistema;
  • valuta l’adeguatezza dell’assetto organizzativo amministrativo e contabile della Società e delle controllate aventi rilevanza strategica;
  • attribuisce e revoca le deleghe all’amministratore delegato definendone i limiti e le modalità;
  • determina, su proposta del Comitato remunerazione e nomine e sentito il Collegio sindacale, la remunerazione dell’amministratore delegato e degli altri amministratori che ricoprono particolari cariche;
  • valuta, sulla base delle informazioni ricevute dall’amministratore delegato con cadenza almeno trimestrale, il generale andamento della gestione, confrontando i risultati conseguiti con quelli programmati;
  • approva preventivamente le operazioni della Società aventi un significativo rilievo economico, patrimoniale e finanziario, specie se poste in essere con parti correlate o caratterizzate da un eventuale conflitto di interessi. Il Consiglio di amministrazione esamina e approva preventivamente le operazioni di significativo rilievo anche delle società controllate e conferimenti di partecipazioni.

Operazioni della Società aventi un significativo rilievo

Sono considerate di significativo rilievo e sono riservate alla competenza esclusiva del Consiglio di amministrazione, le operazioni relative a:

  • acquisizioni, conferimenti, dismissioni di partecipazioni;
  • acquisizioni, conferimenti, dismissioni di aziende o di rami di azienda;
  • acquisizioni, conferimenti, dismissioni di immobili;
  • definizione di accordi di joint venture;
  • rilascio a terzi da parte di Mondadori di garanzie personali e reali, nell’interesse proprio o di società controllate, di ammontare superiore a 20 milioni di euro;
  • assunzione di finanziamenti di ammontare superiore a 30 milioni di euro;
  • investimenti in immobilizzazioni tecniche di maggior rilevanza sotto il profilo dell’impatto strategico e in ogni caso quelli di ammontare superiore a 5 milioni di euro per singolo investimento.

Operazioni di significativo rilievo delle società controllate

Le operazioni delle società controllate da sottoporre all’approvazione del Consiglio di amministrazione di Mondadori sono:

  • acquisizioni, dismissioni, conferimenti di partecipazioni;
  • acquisizioni, dismissioni, conferimenti di aziende e di rami di azienda;
  • acquisizione e cessione di immobili;
  • accordi di joint venture;
  • investimenti in immobilizzazioni tecniche di maggior rilevanza per il Gruppo;
  • assunzione di finanziamenti, rilascio di garanzie reali o personali;
  • altre operazioni idonee a influire sensibilmente sul prezzo del titolo e quindi siano oggetto di obblighi informativi verso il mercato;
  • altre operazioni con un significativo rilievo economico patrimoniale e finanziario.

In particolare si qualificano come di significativo rilievo economico, patrimoniale e finanziario le operazioni, rientranti nelle tipologie sopra indicate, di valore superiore, in termini di ammontare o corrispettivo, a 15 milioni di euro.