Come descritto nella Relazione sulla remunerazione, la remunerazione complessiva dell’amministratore delegato, del direttore centrale Finanza, acquisti e sistemi informativi e dei dirigenti con responsabilità strategiche è definita con attenzione a una pluralità di elementi incluso – oltre alla dimensione del business, la capacità di contribuzione ai risultati, la performance lavorativa e la comparabilità con i livelli retributivi interni – anche il rapporto con le compensation riconosciute, sul mercato, da società di dimensioni simili.

Il pacchetto retributivo a loro attribuito è generalmente composto dei seguenti elementi:

  • componente fissa annuale
  • componente variabile annuale (MBO)
  • componente variabile di medio-lungo termine (LTI).

La componente fissa può essere costituita dallo stipendio base e da altre forme di remunerazione aventi carattere non variabile, e ha un peso percentuale non superiore al 70% della retribuzione complessiva.

La componente variabile di breve termine o MBO è conseguibile a fronte del raggiungimento di predefiniti quantitativi annuali correlati a indici di performance sia a livello consolidato sia a livello individuale di business o di funzioni centrali; il peso della remunerazione variabile di breve termine, nella remunerazione totale, non può essere inferiore al 22,5%

La componente variabile di medio-lungo periodo o LTI è costituita da un premio speciale monetario liquidabile solo alla conclusione di un periodo pluriennale di riferimento e a fronte del raggiungimento di obiettivi economici finanziari di medio e lungo termine, sia consolidati sia riferibili alle singole aree di business e funzioni; il peso della componente variabile LTI, nella remunerazione totale, non può essere inferiore al 7,5%.

L’insieme delle componenti variabili annuali e di medio-lungo periodo rappresenta una percentuale variabile generalmente non inferiore al 30% della remunerazione annua complessiva.

La politica delle remunerazioni è approvata e definita dal Consiglio di Amministrazione su proposta del comitato Remunerazione e nomine.
La concreta determinazione e attuazione della Politica in conformità ai principi e alle linee guida definiti nella stessa è demandata:

  • al Consiglio di amministrazione relativamente alla remunerazione degli amministratori esecutivi e degli altri amministratori investiti di particolari cariche;
  • all’Amministratore delegato, che si avvale della direzione centrale Risorse umane e organizzazione di Gruppo, per quanto riguarda i dirigenti con responsabilità strategiche.

Piani di incentivazione monetari

Nome e CognomeCaricaPianoBonus dell’annoBonus di anni precedentiAltri bonus
Ernesto MauriAmministratore delegatoPiano
2015-2017
1.800.000 a) 900.000 b)498.000
Oddone PozziConsigliere esecutivoPiano
2015-2017
 152.400
Dirigenti con responsabilità strategichePiano 2017-2019400.000 c) 655.800
LEGENDA
a) riferito a obiettivi maturati nel 2017 ed erogabili in quanto verificati in base a condizioni di fine triennio (2015-2017)
b) riferito a obiettivi maturati in anni precedenti ed erogabili in quanto verificati in base a condizioni di fine triennio (2015-2017)
c) differito, in quanto riferito a obiettivi soggetti a ulteriori condizioni da verificarsi al 31 dicembre 2019

Piani di incentivazione basati su strumenti finanziari diversi da stock option

Nome e CognomeCaricaPianoNumero strumenti finanziari assegnatiFair value alla data di assegnazionePeriodo di vestingData di assegnazionePrezzo di mercato all’assegnazione
Oddone PozziConsigliere esecutivoPiano di performance share
2017-2019
 316.253 585.0321 gennaio 2017 – 31 dicembre 2019 13/09/2017 1,90
Dirigenti con responsabilità strategichePiano di performance share
2017-2019
1.018.974 1.885.1021 gennaio 2017 – 31 dicembre 2019 13/09/2017 1,90