Come descritto nella Relazione sulla remunerazione, la remunerazione complessiva dell’amministratore delegato, del direttore centrale Finanza, acquisti e sistemi informativi e dei dirigenti con responsabilità strategiche è definita con attenzione a una pluralità di elementi incluso – oltre alla dimensione del business, la capacità di contribuzione ai risultati, la performance lavorativa e la comparabilità con i livelli retributivi interni – anche il rapporto con le compensation riconosciute, sul mercato, da società di dimensioni simili.

Il pacchetto retributivo a loro attribuito è generalmente composto dei seguenti elementi:

  • componente fissa annuale
  • componente variabile annuale (MBO)
  • componente variabile di medio-lungo termine (LTI).

La componente fissa può essere costituita dallo stipendio base e da altre forme di remunerazione aventi carattere non variabile, e ha un peso percentuale non superiore al 70% della retribuzione complessiva.

La componente variabile annuale o MBO è conseguibile a fronte del raggiungimento di predefiniti quantitativi annuali correlati a indici di performance sia a livello consolidato sia a livello individuale di business o di funzioni centrali.

La componente variabile di medio-lungo periodo o LTI è costituita da un premio speciale monetario liquidabile solo alla conclusione di un periodo pluriennale di riferimento e a fronte del raggiungimento di obiettivi economici finanziari di medio e lungo termine, sia consolidati sia riferibili alle singole aree di business e funzioni.

L’insieme delle componenti variabili annuali e di medio-lungo periodo rappresenta una percentuale variabile generalmente non inferiore al 30% della remunerazione annua complessiva.

Rispetto al 100% della retribuzione variabile il peso della componente correlata ai risultati di medio-lungo periodo ha un’incidenza su base annua non inferiore al 25%.

La politica delle remunerazioni è approvata e definita dal Consiglio di Amministrazione su proposta del comitato Remunerazione e nomine.
La concreta determinazione e attuazione della Politica in conformità ai principi e alle linee guida definiti nella stessa è demandata:

  • al Consiglio di amministrazione relativamente alla remunerazione degli amministratori esecutivi e degli altri amministratori investiti di particolari cariche;
  • all’Amministratore delegato, che si avvale della direzione centrale Risorse umane e organizzazione di Gruppo, per quanto riguarda i dirigenti con responsabilità strategiche.

Compensi corrisposti al management nel 2016

Nome e CognomeCaricaCompensi fissiBonus e altri incentiviBenefici non monetariAltri compensiTotaleIndennità di fine carica o di cessazione del rapporto di lavoro
Ernesto MauriAmm. Del.10.000 a)
1.100.000 b)
576.000350.000 f)2.036.000
Oddone PozziAmm.10.000 a)
420.000 c)
626.600 d)7.9971.064.597
Mario RescaAmm.

Presidente Mondadori Retail S.p.A.
10.000 a)

120.000 a)
40.000 c)
10.000

120.000
40.000
Dirigenti con resp. strategiche6*2.036.441 c)1.834.130 d)22.464 e)3.915.841260.000 g)

LEGENDA
* numero dirigenti con responsabilità strategiche in carica al 31/12/2016 compreso n. 1 dirigente dimessosi in data 31/10/2016

a) emolumenti deliberati dagli organi competenti
b) compensi per lo svolgimento di particolari cariche
c) retribuzioni fisse da lavoro dipendente o da collaborazione
d) importo comprensivo anche di quanto corrisposto a titolo premio speciale una tantum per il buon esito delle delle operazioni di acquisizione del 99,99% di Rizzoli Libri S.p.A. e del 100% di Banzai Media Holding S.r.l.
e) importo inclusivo del valore dell’appartamento riconosciuto ad un dirigente con responsabilità strategiche residente all’estero
f) patto di non concorrenza di competenza 2016
g) relativo a n.1 dirigente con responsabilità strategiche con riferimento alle indennità di fine rapporto