L’Assemblea degli azionisti di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. del 27 aprile 2017 ha approvato la modifica dell’articolo 7 dello Statuto sociale prevedendo l’introduzione del cosiddetto  “voto maggiorato”, che consente di attribuire a ciascuna azione fino ad un massimo di due voti favorendo un approccio all’investimento di lungo periodo e dotando gli azionisti che intendono far parte in modo stabile della compagine sociale di un maggior peso nelle decisioni della stessa.

L’istituto della maggiorazione del voto è stato introdotto dal D.L. n. 91/2014, convertito con modificazioni dalla L. 116/2014.

La disciplina di tale istituto è contenuta nell’art. 127-quinquies TUF e nelle norme emanate dalla Consob con delibera n. 19084 del 19 dicembre 2014 che hanno dato attuazione alla nuova normativa, modificando a tal fine il Regolamento Emittenti.
Il voto maggiorato  spetterà alle azioni detenute da un medesimo azionista per almeno 24 mesi e per le quali dovrà essere richiesta l’iscrizione in un apposito elenco.