Interni

Interni “Icon Makers”

Dopo le anteprime internazionali a Miami e a Shanghai il volume da collezione di INTERNI arriva in edicola

Nel mese di dicembre, il sistema INTERNI registra un +50% di fatturato pubblicitario rispetto al 2016

Interni Icon Makers

Che cosa fa di tanti protagonisti del design italiano dei veri e propri Icon Makers? Difficile dirlo. La ricetta si basa su un fortunato mix che trova il suo legante nella lunga storia manifatturiera del nostro Paese e in un vitale tessuto produttivo alimentato da tante e diverse figure professionali. E proprio a 100 protagonisti del ‘dietro le quinte’ del progetto, selezionati tra imprenditori, fotografi, grafici e comunicatori, e alle loro iconiche creazioni è dedicato Icon Makers, il numero speciale della Serie Oro di INTERNI che idealmente prosegue il racconto del design italiano proposto nel 2014 con il volume celebrativo per i primi 60 anni della rivista.

 

A introdurli sono i testi di noti critici internazionali, come Domitilla Dardi, Deyan Sudjic, Leonardo Sonnoli, che raccontano le radici e le peculiarità del progetto contemporaneo. Il contributo di Cristina Morozzi e Christoph Radl permette invece di focalizzare lo sguardo sul lavoro di fotografi e art directors, con l’intento di fare il punto sull’evoluzione dei ruoli e delle competenze coinvolte.

 

Dopo l’anteprima al Salone del Mobile.Milano Shanghai, Icon Makers verrà presentato anche a Miami in una location speciale: il Miami Ironside, il vivace urban center creato da Ofer Mizrahi. Per l’occasione si terrà una conversazione con Gilda Bojardi, direttore di INTERNI, Ofer Mizrahi (Miami Ironside Founder), Giulio Cappellini (Cappellini Art director e Talent scout), Piero Lissoni (Lissoni Associati), Rene Gonzalez (Rene Gonzalez Architects), Carola Hinojosa (Hinojosa Design Studio) e Nasir Kassamali (Luminaire CEO).

Il volume, per il quale è  prevista una extra tiratura di 10.000 copie (italiano, inglese), sarà inoltre distribuito nei principali showroom di design di Miami e di Milano.

Icon Makers ha visto l’adesione di 56 dei migliori e più rappresentativi brand del design, contribuendo all’ottimo risultato del sistema INTERNI che, nel solo mese di dicembre, registra un incremento di fatturato di oltre il 50% rispetto al 2016.

Con 216 pagine, Icon Makers sarà disponibile dal 5 dicembre in tutte le edicole allegato al nuovo numero del giornale al prezzo di 10 euro (rivista inclusa).

 

I brand digitali del Gruppo Mondadori debuttano su Google Play Edicola

Google Play Edicola

I brand digitali del Gruppo Mondadori debuttano su Google Play Edicola, la app di Google attraverso la quale è possibile attivare un abbonamento, gratuito o a pagamento, a riviste, blog e giornali di proprio interesse e leggerne i contenuti ottimizzati per la fruizione da smartphone o tablet.

Tra i siti che vanno ad arricchire il catalogo di Google Play Edicola sono già disponibili: Casabella, CasaFacile, Donna Moderna, Focus, Focus Junior, GialloZafferano, Grazia, Icon, Icon Design, Il mio Papa, Interni, Nostrofiglio, Panorama, Panorama Auto, Sale&Pepe, Starbene, Tustyle, Tv Sorrisi e Canzoni.
Gli utenti avranno in questo modo accesso a un portafoglio di brand punti di riferimento nei settori chiave quali femminili, cucina, salute e benessere, con una proposta di news che spazia dall’arredo alla moda, dall’attualità allo spettacolo, attraverso una piattaforma tecnologica avanzata che permette di leggere ancora più facilmente e velocemente i contenuti. Tra le varie funzionalità, consente di essere informati riguardo a una combinazione di titoli principali, notizie locali e interessi personali, di accedere agli articoli anche in modalità offline, o di salvarli per una lettura successiva. I siti potranno essere aggiunti alla propria raccolta di preferiti per essere sempre aggiornati e condividere facilmente i contenuti.

Con l’ingresso in Google Play Edicola si amplia ulteriormente la distribuzione di contenuti del Gruppo Mondadori, il primo editore tradizionale italiano, leader anche nel digitale con un’offerta multibrand e multicanale che può già contare su circa 16 milioni di utenti unici al mese (Audiweb View unique total audience, agosto 2017) e una comunità di 30 milioni di utenti su Facebook e di 14 milioni su Instagram al mese.

 

 

Il brand INTERNI al Salone del Mobile.Milano Shanghai

Insieme a Interni China un design talk su Italian Design Icon Makers e la presentazione in anteprima del volume “Icon Makers”

Interni Shanghai

In occasione del Salone del Mobile.Milano Shanghai  (23 – 25 novembre 2017) INTERNI China e INTERNI, presentano il talk Italian Design Icon Makers. Storie e pensieri a confronto.

L’incontro propone un approfondimento sui protagonisti del progetto, spostando l’attenzione dai designer alle persone che lavorano dietro le quinte e rivestono un ruolo chiave nell’innovazione e nell’affermazione internazionale degli arredi made in Italy nonché nell’evoluzione del gusto e del progetto.

Opinion makers, imprenditori, comunicatori, fotografi e creativi in senso lato, al centro anche di Icon Makers, il terzo volume della Serie Oro di INTERNI, che verrà presentato in anteprima a Shanghai e che idealmente prosegue il racconto del design italiano iniziato nel 2014 con il volume celebrativo per i primi “60 Anni” della rivista e con il numero da collezione 500 Italian Design Icons Still in Production (dicembre 2016).

I protagonisti della conversazione Italian Design Icon Makers. Storie e pensieri a confronto – che si terrà giovedì 23 novembre alle ore 14.30, presso lo Shanghai Exhibition Center (Dome Hall – Piazza Italiana) – saranno Yang Dongjiang (Editor-in-chief INTERNI China e professore Academy Art and Design Tsinghua University) Gilda Bojardi (direttore di INTERNI), Claudio Luti (presidente Salone del Mobile), Francesco Scullica (professore e direttore scientifico Master in Interior Design Politecnico di Milano – Poli.design) e Zheng Guoda General Manager Shanghai Pellini.

Gli ospiti internazionali, in rappresentanza del mondo imprenditoriale, dell’editoria e dell’istruzione esamineranno l’importanza del ruolo degli imprenditori e di altri operatori chiave del sistema del design italiano nella trasformazione del progetto di un designer in un’icona innovativa del design, attraverso la gestione di competenze, conoscenze e investimenti.

Per tutte le informazioni www.internimagazine.it

 

Interni al Cersaie 2017 di Bologna

Il magazine di interiors e contemporary design partecipa alla seconda edizione dei Cafè della stampa con l’appuntamento “Collisioni Creative - dove nasce l’ispirazione?”, una conversazione con Massimo Iosa Ghini, Cesare Picco e Giampiero Mughini

Interni cersaie Bologna

INTERNI partecipa alla seconda edizione dei Café della stampa organizzati nell’ambito del Cersaie 2017 di Bologna (25-29 settembre), il salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno. Per questa occasione, il magazine di interiors e contemporary design diretto da Gilda Bojardi, ha organizzato un incontro fuori dagli schemi con il mondo della creatività.

Collisioni Creative – dove nasce l’ispirazione? è infatti il titolo della conversazione che avrà come protagonisti l’architetto Massimo Iosa Ghini e il musicista Cesare Picco. Queste due personalità provenienti da ambiti differenti racconteranno le tappe del loro percorso di ispirazione – dove nasce l’urgenza della creazione? quali gli incontri, reali e virtuali, che l’hanno stimolata o provocata? – e cercheranno di spiegare al pubblico gli aspetti interiori e le dinamiche personali che hanno alimentato e alimentano la loro arte. Il dialogo tra l’architetto Massimo Iosa Ghini e il musicista Cesare Picco sarà completato da performance live di disegno e di esecuzione musicale. Demiurgo e guida in questo ‘viaggio alla sorgente’ sarà il giornalista Giampiero Mughini.

Collisioni Creative – dove nasce l’ispirazione? si terrà martedì 26 settembre dalle ore 12 presso i Café della stampa (Galleria Dell’Architettura – Gall. 21-22).

Per tutte le informazioni www.internimagazine.it

 

 

Interni e l’Istituto Italiano di Cultura di Londra al London Design Festival con una lecture di Cino Zucchi

La lecture dell’architetto Cino Zucchi, intitolata “The Campsite Shower Theory - In Praise Of Just-Out-Of-Time Architecture”, si terrà martedì 19 settembre presso la sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Londra

Countdown per il London Design Festival, in programma nella capitale britannica dal 16 al 24 settembre 2017. Anche quest’anno INTERNI sarà presente, insieme all’Istituto Italiano di Cultura di Londra, con un importante appuntamento: la lecture dell’architetto Cino Zucchi dal titolo The Campsite Shower Theory – In Praise Of Just-Out-Of-Time Architecture.

Attraverso l’ironica metafora della “doccia del camping”, Cino Zucchi, tra i più prestigiosi progettisti italiani nell’ambito dell’architettura e del disegno urbano, conversando con Robert Mull, Professore dell’Università di Brighton, metterà in luce un punto cruciale che distanzia le architetture e gli ambienti urbani dagli oggetti tecnici di facile eliminazione: il ritardo obbligato tra la necessità e la risposta, e la capacità di edifici e città di modificarsi nel tempo, accogliendo ruoli e funzioni per i quali non erano stati pensati.

Ad aprire l’incontro, l’ambasciatore d’Italia nel Regno Unito, Pasquale Terracciano, seguito da Gilda Bojardi, direttore di INTERNI, il magazine di Interiors e Contemporary Design del Gruppo Mondadori, e da Marco Delogu, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura.

Le conferenza, aperta al pubblico, si svolgerà martedì 19 settembre alle ore 19, presso la sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Londra (39 Belgrave Square, Londra SW1X 8NX).

Al termine della conferenza farà seguito un aperitivo italiano.

L’evento è realizzato in collaborazione con: Baglioni Hotels, Kartell e Marchesi Frescobaldi.

Per tutte le informazioni: www.internimagazine.com

 

Interni: a Homi con uno spazio speciale pensato per incontrarsi e ristorarsi

Nell'Interni Café le macro-decorazioni dell’artista americano Kris Ruhs

INTERNI

Interni, il magazine di interiors e contemporary design del Gruppo Mondadori, sarà presente per il terzo anno consecutivo a HOMI, il grande progetto di Fiera Milano dedicato alla persona e agli stili di vita, con uno spazio speciale pensato per incontrarsi e ristorarsi.

Il nuovo Interni Café, aperto a tutti nel Padiglione 15 – Stand T19, sarà caratterizzato da macro-decorazioni ideate dall’artista, scultore e designer americano Kris Ruhs per  la settima copertina d’autore di INTERNI settembre (in distribuzione per tutta la durata della manifestazione).

Lo spazio sarà arredato con tavoli, sedie e sgabelli della collezione Frozen Family di Plust  Collection (design Matteo Ragni con Maurizio Prina) e lampade Kong di Qeeboo (design Stefano Giovannoni).
Interni Café proporrà il tema BIO con offerta di macedonie, spremute, centrifugati, insalate e molto altro ancora, tutto preparato al momento.

www.internimagazine.it

 

“Sicilian Mood”: quest’estate Interni dedica un numero monografico al design e all’architettura in Sicilia

In copertina un disegno appositamente realizzato da Domenico Dolce e Stefano Gabbana

Il 3 agosto la presentazione al parco botanico Radicepura di Giarre (CT) durante il Radicepura Garden Festival del Mediterraneo

Cover Interni Sicilian Mood

Interni, il magazine di interior e contemporary design diretto da Gilda Bojardi, dedica il numero di luglio-agosto alla Sicilia: un numero monografico sul  design e l’architettura dell’isola il cui disegno di copertina è stato appositamente realizzato dagli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana, per i quali questa terra ha sempre rappresentato una grande fonte di ispirazione.

Intitolato “Sicilian Mood”, il nuovo numero di Interni è un tour alla scoperta delle eccellenze dell’isola, tra architettura (dalle case ai resort, tra i cui autori troviamo Marco Merendi, Carlo Pintacuda, Corrado Papa, Gordon Guillaumier), arte (Carla Accardi), cibo, design, grafica (Cinzia Ferrara, Atelier 790, Go Marketing e Comunicazione), artigianato d’ispirazione trinacria e pop design e aziende (Nero Sicilia, Made a mano, Orange Fiber, Edizioni Precarie, Lithea).

210 pagine che propongono una serie di riflessioni sulla creatività, i talenti, le idee, i nuovi progetti, le trasformazioni del sistema produttivo in Sicilia, prendendo in considerazione sia i non pochi designer che si sono affermati al di fuori della loro terra d’origine (da Giovanni Levanti a Francesco Librizzi, Vittorio Venezia, Gaetano di Gregorio) sia la formazione, progetto e sfida in un territorio con un potenziale ancora da scoprire (Accademia Abadir, MADE Program).

«Viaggio in Sicilia, seconda puntata. Dopo otto anni, un secondo numero di Interni estivo, luglio-agosto, interamente dedicato all’isola del sole e alle sue risorse stratificate, foriere di infiniti stimoli per la cultura del progetto. L’edizione del 2009 aveva come oggetto Palermo e il suo New Deal, oltre alla costa sud-est. Quest’anno il focus è sulla ‘regione’ orientale iblea, natura aspra tra il verde della macchia mediterranea e il caldo oro delle rocce, di cui Goethe aveva già percepito i tratti di grazia, passando per Noto, Ragusa, Modica, fino alla pre-oasi di Vendicari: l’area a più alta densità di siti Unesco al mondo, patrimonio dell’umanità per tesori architettonico-artistici e paesaggistici», commenta il direttore di Interni Gilda Bojardi.

“Sicilian Mood” verrà presentato il 3 agosto alle 18.30 nel parco botanico Radicepura a Giarre (CT), nella cornice del Radicepura Garden Festival del Mediterraneo, primo evento italiano dedicato al garden design e al paesaggio che si svolge fino al 21 ottobre, con protagonisti landscape designer internazionali e sei giovani progettisti, legati ad altrettante università internazionali, selezionati tramite concorso.

 

New York Architects Star in Material Immaterial 2017

Interni e il Consolato Generale d’Italia a New York ,in occasione di NYCxDESIGN, presentano un incontro sul sistema design italiano e la progettualità statunitense

Tra i protagonisti due tra i più interessanti studi d’architettura del panorama internazionale con base a New York: BIG - Bjarke Ingels Group e SHoP Architects

Interni mostra NY extended

Dopo il successo della mostra evento MATERIAL IMMATERIAL, INTERNI conferma il proprio ruolo di mezzo di comunicazione strategico nel design contemporaneo internazionale, organizzando a New York in occasione di NYCxDESIGN – l’evento più importante dedicato al design che si svolge ogni anno a maggio nella grande mela – con il Consolato Generale d’Italia a New York un incontro per celebrare le relazioni e le sinergie tra il sistema design italiano e la progettualità statunitense.

Il talk dal titolo New York Architects Star in Material Immaterial avrà luogo venerdì 19 maggio alle ore 18, nella storica sede del Consolato di Park Avenue 690.

Protagonisti della serata, i partner di due tra i più interessanti studi d’architettura presenti nel panorama internazionale con base a New York: BIG – Bjarke Ingels Group e SHoP Architects, entrambi quest’anno presenti alla mostra evento di INTERNI con due progetti, l’installazione luminosa Quick brown fox jumps over the lazy dog (realizzazione Artemide) e il padiglione in estrusi di terracotta Wave / Cave (realizzazione Metalsigma Tunesi, NBK Keramik). Dopo l’introduzione di Francesco Genuardi, Console Generale d’Italia a New York, e di Gilda Bojardi, direttore di INTERNI, i due studi racconteranno la loro esperienza alla Settimana milanese del design, focalizzandosi sulle dinamiche personali e professionali sperimentate nel corso delle loro installazioni e sul valore sempre crescente del fenomeno del FuoriSalone, kermesse urbana ideata da INTERNI nel 1990 che, insieme al Salone del Mobile, ha contribuito a rendere Milano l’indiscussa capitale del design riconosciuta a livello mondiale.

I due studi saranno affiancati da Carlotta de Bevilacqua, vice-presidente e Ceo di Artemide Group e Carlo Geddo, Ceo Metalsigma USA che parleranno del rapporto sinergico tra progettista e impresa che è alla base della realizzazione dei progetti in mostra da INTERNI. Come special guest, prenderà parte al talk Mauro Porcini, SVP and Chief Design Officer della multinazionale americana PepsiCo, che racconterà gli scenari attuali della creatività italiana negli Stati Uniti, come viene percepito il design italiano in America e quali sono attualmente le prospettive di collaborazione tra i due Paesi.

Per tutte le informazioni www.internimagazine.it

cover maggio INTERNI
 

Interni presenta Material Immaterial

L’attesissima mostra evento giunge quest’anno alla 20° edizione

  • Dal 3 al 15 aprile all’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e in Corso Venezia 11
  • INTERNI conferma la sua leadership di mercato nel segmento living professionale e nella comunicazione del design system con 55.000 copie di INTERNI, 200.000 copie di INTERNI/Panorama, 120.000 copie di INTERNI King Size, 250.000 copie della Guida FuoriSalone

MATERIAL IMMATERIAL” è il nome dell’attesissima mostra-evento ideata dal mensile INTERNI, che quest’anno giunge all’importante traguardo della ventesima edizione.

Patrocinata dal Comune di Milano, “MATERIAL IMMATERIAL” si svolgerà in occasione del FuoriSalone, da oggi al 15 aprile, nei Cortili dell’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e, per la prima volta, in Corso Venezia 11, dove INTERNI ha esteso il suo raggio di animazione urbana.

Oltre ai protagonisti dall’Italia, il magazine ha coinvolto progettisti di provenienza internazionale – Giappone, Cina, Brasile, Russia, Danimarca, Usa, Gran Bretagna, Polonia – in collaborazione con aziende, start-up e istituzioni, nell’ottica di comporre un mosaico variegato di stili e visioni. Tra questi i progettisti: Ron Arad con Illy, Alessandro e Francesco Mendini con Elegant Living, Shop Architects con NBK e Metalsigma, Simone Micheli con Valsir, Italo Rota con MR, Kat Von D con Sephora, Michele De Lucchi con Ferragamo Parfums e Moretti Costruzioni, lo studio BIG con Artemide, Antonio Citterio e Patricia Viel con Marazzi, Massimo Iosa Ghini con Ceramiche Cerdisa, e molti altri ancora.

“Il tema della nostra mostra evento, giunta alla sua 20° edizione, invita a esplorare la doppia anima del progetto: da un lato l’universo della realizzazione concreta, che con i materiali – legno, ceramica, metalli, materiali plastici e fibre naturali – costituisce l’essenza fisica del progetto; dall’altro la dimensione immateriale della creazione, a partire dal pensiero del progettista, sempre più coadiuvato da tecnologie digitali e dalla realtà virtuale, ambiti di ricerca del prossimo futuro”, spiega Gilda Bojardi, direttore di INTERNI. “Nella realizzazione di queste installazioni sperimentali e interattive, collaboriamo con aziende leader nel campo dell’innovazione e della ricerca, con imprese che rappresentano brand affermati a livello internazionale e con piccoli produttori di nicchia che sostengono l’imprenditorialità e la creatività”, conclude il Direttore del magazine.

Co-producer dell’iniziativa Audi, marca premium del Gruppo Volkswagen, che all’Audi City Lab, in Corso Venezia 11, presenta insieme a INTERNI gli incontri Future Needs Stories. Negli spazi dell’ex Seminario Arcivescovile, il cui portale sarà illuminato da un’installazione di Ingo Maurer,  si parlerà infatti del rapporto tra uomo e intelligenze artificiali e verrà presentata l’installazione Sonic Pendulum di Yuri Suzuki.

La musica di R101, radio ufficiale di “INTERNI MATERIAL IMMATERIAL”, animerà la serata di venerdì 7 aprile (ore 21.00) con l’esclusivo concerto di Levante e a seguire con il Vinyl DJ Set curato dai suoi music designer. R101 avrà anche una installazione interattiva firmata da Lorenzo Palmieri che inviterà le persone a vestire i panni del dj e a scegliere e lanciare la propria playlist da suonare nel Cortile d’Onore.

Il sistema INTERNI

Ad aprile il sistema integrato di comunicazione di INTERNI si moltiplica: 4 pubblicazioni cartacee (INTERNI, INTERNI Panorama, la free press INTERNI King Size e la Guida FuoriSalone), un grande evento (“INTERNI MATERIAL IMMATERIAL”) e INTERNI online (sito web, app e social). Questi strumenti consentono di essere aggiornati in tempo reale sulle tendenze, le novità e le anticipazioni sul design e ribadiscono il ruolo di INTERNI come principale sistema informativo per il mondo del progetto. Il magazine si trasforma infatti da pubblicazione settoriale a mass media, diventando un vero e proprio vademecum per tutti coloro che vogliono conoscere e orientarsi all’interno di un evento unico al mondo come il FuoriSalone.

I numeri del sistema INTERNI

Con questo appuntamento che regala a Milano una visibilità unica ed eccezionale INTERNI conferma la sua leadership assoluta nel segmento living professionale ma anche nella comunicazione del design system. Un’ulteriore prova viene dai dati che l’intero ecosistema INTERNI può vantare in questa occasione: 55.000 copie di INTERNI, 200.000 copie di INTERNI/Panorama, 120.000 copie di INTERNI King Size, 250.000 copie della Guida FuoriSalone, per una tiratura totale di oltre 620.000 copie, 4.000.000 di lettori e 1.200 pagine.

La forza del brand è ben visibile anche sul territorio: per “MATERIAL IMMATERIAL” è prevista infatti una importante campagna di street advertising che comprende striscioni in 15 locations nel centro di Milano, 1.000 bandiere per circa 500 eventi, 10 retro bus shuttle, oltre a totem, edicole vestite, floorgraphic, station domination (Rho e Cadorna), vetrine e/o ledwall (Megastore Mondadori di Piazza del Duomo e Rizzoli Store di Galleria Vittorio Emanuele).

Per orientarsi nel panorama sempre più ricco di appuntamenti della Design Week milanese, non potevano mancare la Guida FuoriSalone® – disponibile anche come applicazione gratuita per iPad, iPhone e sistemi operativi Android (tablet e smartphone) – che propone una lettura ragionata di oltre 400 eventi e l’agenda day by day degli appuntamenti che coinvolgono le aziende, i designer e gli architetti che partecipano al FuoriSalone, e la Guida Zee Milano (solo in versione digitale e inclusa nella app) con una selezione dei nuovi itinerari e degli spazi fashion nella città: dal design allo shopping, dai department store ai ristoranti, fino agli hotel.

Per scaricare la cartella stampa: http://www.internimagazine.it/press/materialimmaterial.pdf

 

 

Interni presenta “Italian Design Icons”

500 icone di 100 aziende e 100 designer che raccontano l’evoluzione del gusto e del progetto nel vivere quotidiano e internazionale

Il magazine chiude l’anno con un +6% dei ricavi pubblicitari rispetto al 2015

Cos’è che fa di tanti oggetti del design italiano delle vere e proprie icone? Per spiegarlo, INTERNI ha dedicato a questi inimitabili prodotti e ai loro creatori il numero da collezione ITALIAN DESIGN ICONS che ripercorre l’evoluzione del progetto e dello stile dell’abitare attraverso più di 500 oggetti icona italiani realizzati dal 1954 a oggi. Arredi e complementi molto diversi tra loro per caratteristiche storiche, linguistiche e culturali che hanno però un importante comune denominatore: sono a oggi tutti in produzione, disponibili in Italia e all’estero.

ITALIAN DESIGN ICONS è una pubblicazione speciale che idealmente prosegue il racconto del design italiano proposto da INTERNI con il volume celebrativo per i primi 60 anni della rivista”, dichiara il direttore Gilda Bojardi. “Seguendo la stessa scansione temporale per decenni, questa narrazione per immagini ha lo scopo di promuovere il made in Italy nel mondo attraverso una serie di riflessioni critiche sulla creatività, sui talenti, sulla capacità di recepire stimoli e idee provenienti dalla storia del design, dai nuovi progetti, dagli scenari globali, dalle trasformazioni del sistema produttivo”, conclude il direttore.

Interni Design Icons

La rassegna dei prodotti icona è arricchita anche dalle testimonianze di 24 designer di fama internazionale che indicano e spiegano i loro progetti più importanti e rappresentativi, attraverso una sorta di autoritratto progettuale. Il volume si conclude con una previsione delle icone di domani, ovvero i prodotti che oggi definiscono le nuove tendenze dell’abitare e gettano le basi dei nuovi linguaggi espressivi.

ITALIAN DESIGN ICONS verrà presentato in anteprima questa settimana, durante Art Basel Miami Beach 2016, in occasione della mostra “1958, The Birth Of Two Legends: Italian Monochrome and Sanlorenzo shipyard”(29 novembre -1° dicembre), organizzata a bordo di una barca di oltre 30 metri di lunghezza da Sanlorenzo, atelier della nautica nato nel 1958 e oggi secondo cantiere al mondo per la realizzazione di yacht su misura oltre i 24 metri, in collaborazione con la storica galleria Tornabuoni Arte. Il volume, per il quale è  prevista una extra tiratura di 3.500 copie in lingua inglese con traduzione in italiano, sarà inoltre distribuito nei principali showroom di design della città.

ITALIAN DESIGN ICONS ha visto l’adesione di alcuni dei migliori e più rappresentativi brand del settore design e non solo, contribuendo all’ottimo risultato del sistema INTERNI che chiude il 2016 con una crescita del 6% rispetto al 2015.

Con 188 pagine e con contributi di noti critici – Cristina Morozzi, Marco Romanelli e Matteo Vercelloni – ITALIAN DESIGN ICONS sarà disponibile dal 6 dicembre in tutte le edicole allegato al nuovo numero del giornale al prezzo di 10 euro (rivista inclusa).

ITALIAN DESIGN ICONS verrà presentato in anteprima questa settimana, durante Art Basel Miami Beach 2016, in occasione della mostra “1958, The Birth Of Two Legends: Italian Monochrome and Sanlorenzo shipyard”(29 novembre -1° dicembre), organizzata a bordo di una barca di oltre 30 metri di lunghezza da Sanlorenzo, atelier della nautica nato nel 1958 e oggi secondo cantiere al mondo per la realizzazione di yacht su misura oltre i 24 metri, in collaborazione con la storica galleria Tornabuoni Arte. Il volume, per il quale è  prevista una extra tiratura di 3.500 copie in lingua inglese con traduzione in italiano, sarà inoltre distribuito nei principali showroom di design della città.

ITALIAN DESIGN ICONS ha visto l’adesione di alcuni dei migliori e più rappresentativi brand del settore design e non solo, contribuendo all’ottimo risultato del sistema INTERNI che chiude il 2016 con una crescita del 6% rispetto al 2015.

Con 188 pagine e con contributi di noti critici – Cristina Morozzi, Marco Romanelli e Matteo Vercelloni – ITALIAN DESIGN ICONS sarà disponibile dal 6 dicembre in tutte le edicole allegato al nuovo numero del giornale al prezzo di 10 euro (rivista inclusa).