L’attuale contesto di mercato si riflette in ulteriori elementi di rischiosità legati ai crediti commerciali, che scaturiscono dall’allungamento dei tempi medi di incasso e dall’eventualità di inadempimenti contrattuali e casi di insolvenza delle controparti, a una non efficiente gestione del magazzino, in termini di errati processi di pianificazione degli approvvigionamenti e delle tirature e a un non adeguato supporto al valore di bilancio degli asset.

Principali rischiAzioni di mitigazione
Non adeguato supporto al valore di bilancio degli asset, alla luce dell’andamento attuale e futuro della situazione di mercato e dei risultati economico-finanziari del Gruppo.Monitoraggio costante degli asset e dei write-off per assicurarsi che le performance economico-finanziarie risultino in linea con i piani formulati.
Rischio legato a una non efficiente gestione del magazzino, in termini di errati processi di pianificazione degli approvvigionamenti e delle tirature, che si possono tradurre in possibili rotture di stock e una elevata quantità di rimanenze da svalutare.Miglioramento dell’efficienza editoriale e interventi di razionalizzazione dei processi.
Crediti: allungamento dei tempi di incasso e aumento fallimenti controparte.Monitoraggio costante dell’esposizione creditizia dei clienti ed eventuale ricorso a strumenti di copertura. Analisi preventiva dell’affidabilità dei clienti. Inserimento dell’equilibrio finanziario tra i parametri di incentivazione del management.