Libri

La nuova illuminazione di palazzo Niemeyer per i 110 anni della Mondadori

  • Il restauro artistico è stato realizzato da Mario Nanni
  • Questa sera anteprima per dipendenti e collaboratori del Gruppo Mondadori con la poesia di luce “Sospeso, leggero ma non troppo”; l’evento in diretta sulla pagina Facebook del Gruppo
  • Francesco Dal Co presenta la nuova edizione del libro “Oscar Niemeyer. Il Palazzo Mondadori”

È il solstizio d’estate il giorno scelto dal Gruppo Mondadori per inaugurare l’intervento di restauro artistico permanente dell’illuminazione di Palazzo Mondadori, opera di Oscar Niemeyer.

Un progetto di rinnovamento importante su un edificio iconico dell’architettura contemporanea, a livello nazionale e internazionale, e con il quale il Gruppo Mondadori vuole celebrare 110 anni di storia.

«In questi anni il Gruppo Mondadori è mutato, approdando a una nuova solidità e prospettiva focalizzandosi sui suoi “fondamentali”, le attività legate ai libri e ai magazine, tradizionali e in digitale. E mi piace vedere in questa capacità di innovare, senza dimenticare le proprie radici,  una analogia con l’edificio che Niemeyer ha progettato per la Mondadori – sottolinea Ernesto Mauri, Amministratore delegato del Gruppo Mondadori – e che ogni giorno stupisce per la sua modernità visionaria, fatta di solidi elementi architettonici tradizionali in armonia con forme di straordinaria creatività: un’architettura che si offre sempre nuova al nostro sguardo; al tempo stesso storia e, con questo nuovo intervento, sempre più futuro».

LA NUOVA ILLUMINAZIONE PERMANENTE

L’edificio, di proprietà del Gruppo Generali e sede del Gruppo Mondadori dal 1975, fu costruito secondo i tre fondamentali principi vitruviani per rispondere alla necessità di avere grandi spazi di lavoro per un’impresa simbolo dell’eccellenza italiana, la Mondadori (utilitas): un palazzo costruito sull’acqua e sulla terra, con pilastri solidi e forti (firmitas) per il corpo sospeso delle aree di lavoro; ma soprattutto un edificio con la capacità di esprimere la bellezza che aspira al sublime (venustas).

Grazie all’opera luminosa permanente realizzata dal maestro della luce Mario Nanni, il Palazzo Mondadori verrà svelato attraverso una nuova luce, intesa come linguaggio narrativo capace di raccontare la vita dell’edificio, la struttura delle sue arcate.

Mario Nanni ha realizzato un’opera totale nella quale confluiscono luce, cinema, musica e editoria; un lavoro dedicato al giorno e alla notte, per rendere quotidianamente omaggio alla vita, al pensiero e alla bellezza. Un’opera per chi lavora nell’edificio e per chi lo vedrà solo da lontano: un’opera per tutti.

 

La nuova illuminazione di palazzo Niemeyer per i 110 anni della Mondadori

IL LIBRO PALAZZO MONDADORI

Il 110° anniversario della Mondadori e la realizzazione dell’intervento di restauro artistico dell’illuminazione di Palazzo Mondadori sono stati anche l’occasione per presentare – attraverso le parole del professore Francesco Dal Co, direttore di Casabella – la nuova edizione del libro Oscar Niemeyer. Il Palazzo Mondadori, di Roberto Dulio (Electa).

Il volume, che si presenta con una veste grafica rinnovata rispetto alla prima edizione del 2007 uscita in occasione dei 100 anni di Mondadori, ricostruisce la storia ideativa e costruttiva della sede realizzata tra il 1968 e il 1975: è uno studio accurato teso alla ricostruzione dell’attribuzione dell’opera all’architetto brasiliano che ha collocato l’edificio all’interno di un ampio contesto culturale.

«Il Palazzo Mondadori è figlio di Itamaraty, il Ministero degli Esteri completato da Niemeyer a Brasilia nel 1964, ammirato da Giorgio Mondadori. Le luci degli archi di Itamaraty sono uguali; nel Palazzo Mondadori variano: un monumento in un caso, una “sinfonia” nell’altro, dichiara il professore Francesco Dal Co, direttore di Casabella. «Inoltre, nel Palazzo Mondadori i piani sono appesi alla copertura e galleggiano su uno spazio vuoto. Ma se Niemeyer compì a Milano un exploit soltanto sfiorato a Brasilia, ciò si deve anche alle industrie che produssero i materiali speciali usati per la costruzione e agli ingegneri italiani che ne calcolarono la statica».

Oscar Niemeyer. Il Palazzo Mondadori contiene documenti, schizzi originali e inediti di Niemeyer, elaborati di progetto, fotografie del cantiere e dell’edificio concluso, oltre che una campagna fotografica di Gabriele Basilico e una più recente di Roland Halbe, realizzata dopo il restauro dell’edificio, che permettono di ripercorrere le tappe della realizzazione di questo Palazzo in maniera filologica, visivamente accattivante e avvincente non solo per il cultore di architettura contemporanea ma anche per il semplice lettore.

L’EVENTO DI INAUGURAZIONE

Il nuovo progetto della luce di Palazzo Mondadori andrà in scena questa sera dopo il tramonto con “Sospeso, leggero ma non troppo”, poesia di luce dedicata a tutti coloro, dipendenti e collaboratori, che vivono la propria attività lavorativa all’interno di una costruzione iconica.

Sarà un racconto di luce e musica che trasformerà Palazzo Mondadori in una tela sulla quale l’illuminazione dipingerà lo scorrere del tempo, offrendo una nuova lettura della sua architettura nelle ore notturne. Per non privare tutti gli appassionati di architettura – e non solo – dello spettacolo, l’evento sarà trasmesso questa sera anche in diretta sulla pagina Facebook del Gruppo Mondadori.

«Confrontarsi con un palazzo monumentale, fatto di materia imponente e con preesistenza storica prevede necessariamente studio, rispetto e ascolto del luogo. Un intervento sincretico di altissimo valore simbolico che, componendo polisticamente architettura e paesaggio, fasi solari e cronobiologia, si confronta con le infinite regole della luce naturale attraverso una scenografia che genera luce e ombra, celebrando la bellezza del complesso anche dopo il tramonto, rendendola eterna», ha dichiarato Mario Nanni.

Ai ventitré pilastri della facciata corrisponderanno altrettanti minuti, più uno, il ventiquattresimo elemento verticale che completa la ritmica composizione dell’edificio. La meridiana di luce accarezzerà l’edificio come la pagina di un libro, per una composizione che riunisce in sé saperi diversi e complementari, giungendo a superare i limiti del tempo, rendendo omaggio alla bellezza del palazzo Mondadori.

Il dialogo tra architettura, luce, acqua e fuoco durerà complessivamente trenta minuti: ventiquattro minuti di poesia seguiti da sei di pausa durante i quali luce rimarrà accesa per valorizzare l’architettura nella sua interezza, nella magia della notte.

«La scelta del solstizio d’estate per inaugurare il mio lavoro di luce è perché si tratta di una notte speciale – spiega Mario Nanni – la notte più corta dell’anno nella quale si entra nel segno del Cancro, la cui costellazione, durante la presentazione del progetto, diventerà un grande fuoco che rischiarerà la notte, con un’immagine del Palazzo unica e irripetibile», conclude Nanni.

 

Mare di Libri compie dieci anni

Mare di Libri – Festival dei Ragazzi che leggono arriva alla decima edizione e celebra il traguardo con un programma di eventi che unisce riconferme e novità. Tra gli appuntamenti che si terranno da venerdì 16 a domenica 18 giugno a Rimini ci saranno anche diversi autori delle case editrici del Gruppo Mondadori.

È uno dei più importanti appuntamenti culturali per i giovani tra gli 11 e i 18 anni, prima e unica rassegna in Italia dedicata esclusivamente ai teenager. Coinvolge ogni anno moltissimi ragazzi con la passione della lettura che progettano e partecipano attivamente al festival come volontari.

Mare di Libri è ideato e gestito dall’Associazione culturale Mare di Libri e promosso da Rizzoli insieme alla libreria dei ragazzi Viale dei Ciliegi 17 di Rimini, con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Rimini, del Comune di Rimini, dell’Università di Bologna e della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini.

Tra i nomi internazionali in arrivo a Rimini spiccano: Aidan Chambers (autore Rizzoli), Kenneth Oppel (autore de Il nido, Rizzoli), Janne Teller, Susin Nielsen, Jennifer Donnelly (autrice di Una voce dal lago e La strada nell’ombra, Mondadori). Tra gli ospiti italiani ci saranno invece Daniele Aristarco, Gianumberto Accinelli, Beniamino Sidoti e Gino & Michele. Tanti anche i ritorni: Fabio Geda, Lella Costa, Luigi Garlando, Bruno Tognolini, Leonardo Patrignani, Tuono Pettinato, Lorenza Ghinelli, Paola Zannoner, e Licia Troisi che condurrà un dibattito sulle donne scienziate.


Sul sito è disponibile il programma completo dell’evento. Di seguito i principali appuntamenti con gli autori delle case editrici del Gruppo Mondadori.

Einaudi

Domenica 18 giugno alle 11:30 nella Sala Ressi del Teatro Galli ci sarà l’appuntamento Dentro il libro: Anime scalze. Incontro con l’autore Fabio Geda intervistato da Matteo Biagi.

Mondadori

Venerdì 16 giugno alle ore 11.30 al Teatro degli Atti evento speciale di anteprima Ragazze che amano la scienza. Parteciperanno l’astronauta Samantha Cristoforetti, la libraia Filomena Grimaldi e la scrittrice Licia Troisi, moderate da Davide Morosinotto.

Sabato 17 giugno alle 18:00 nel cortile della Biblioteca Gambalunga ci sarà il dibattito La morte è una storia da raccontare, a cui parteciperanno Marta Treves e lo scrittore Luigi Ballerini, moderati da Simonetta Bitasi.

Mondadori Ragazzi

Sabato 17 giugno alle ore 9:00 al Caffè Teatro Colazione con Licia Troisi, che presenterà i suoi libri fantasy e risponderà alle domande del pubblico.

Domenica 18 giugno alle 11:30 nel Palazzo dell’Arengo Jennifer Donnelly presenterà i suoi libri La strada nell’ombra e Una voce dal lago intervistata dai ragazzi del Book Club della biblioteca Pederiali di Finale Emilia.

Inoltre sabato alle 11:30 si terrà la premiazione del concorso per booktrailer Ciak si Legge: tra i finalisti Five, booktrailer di In attesa di un sole. L’amore immaginato di Emily Dickinson, libro di Benedetta Bonfiglioli.

Piemme

Sabato 17 giugno alle ore 11:30 al Teatro degli Atti proiezione del film La mia vita da zucchina e incontro con Gilles Paris, autore del romanzo da cui è tratta la pellicola, intervistato da Silvia Sanchini e Diletta Mauri.

Rizzoli

Venerdì 16 giugno alle ore 14:30 al Teatro degli Atti si terrà la lectio di apertura di Aidan Chambers, Premio Andersen 2002, per i dieci anni del Festival: Elogio del lettore. Introduce Beatrice Masini.

Sabato 17 alle 10:00 in Sala dell’Arengo Katherine Rundell, Premio Andersen 2017 con La ragazza dei lupi, verrà intervistata dai ragazzi del gruppo Qualcuno con cui correre junior di Firenze, coordinati da Matteo Biagi.

Domenica 18 alle ore 16:30 nella Sala Ressi del Teatro Galli Beatrice Masini intervisterà Kenneth Oppel, autrice de Il nido. Tra i nomi internazionali per la prima volta a Mare di Libri, parlerà della sua opera, accolta con grande entusiasmo dalla critica.

Qui tutti gli appuntamenti di Rizzoli.


Riconfermati due immancabili appuntamenti:

– il concorso booktrailer Ciak, si legge!, che per la sua settima edizione ha visto centinaia di partecipanti;

– la quarta edizione de Il Premio Mare di Libri: una giuria di giovanissimi forti lettori sceglierà il miglior romanzo per adolescenti pubblicato nel 2016, selezionando tra: Brucio di Christian Frascella (Mondadori), Ferma così di Nina Lacour (Giralangolo), Quello che non sai di me di Meg Wolitzer (Il Castoro), Ragazzi d’oro di Sonya Hartnett (Bompiani), Ti darò il sole di Jandy Nelson (Rizzoli).

Per informazioni scrivere a organizzazione@maredilibri.it oppure andare sul sito www.maredilibri.it.

 

Un adulterio, il nuovo libro di Edoardo Albinati

Edoardo Albinati, vincitore del Premio Strega 2016, torna in libreria con una novella magistrale edita da Rizzoli: Un adulterio. Lui e lei insieme, un amore clandestino compresso in quarantotto ore e la più bella isola del Mediterraneo sul finire dell’estate.

Alcune storie richiedono anni per compiersi, altre bruciano in un breve arco di tempo e in uno spazio che più è ristretto più le rende intense. Nel romanzo si trova l’amore clandestino fra Erri e Clementina che, mentendo ai loro coniugi e forse anche a se stessi, rubano un fine settimana alla vita ordinaria, s’imbarcano su un aliscafo che li porterà su un’isola dove il tempo è fermo, per consumare una passione nata da poco. Un racconto sensuale e crudelmente sincero, anche se costruito su bugie, le cui pagine esatte ed emozionanti si rivolgono a tutti noi: quelli a cui è capitato di vivere una relazione clandestina, quelli che serenamente la escludono o la rifuggono, quelli che in segreto la desiderano.

Di Erri e Clementina, in fuga da tutto e al tempo stesso prigionieri dell’isola, Albinati non racconta la storia per intero ma si limita a mostrarci alcune foto, scattate nei vari momenti della loro avventura, da riguardare di nascosto e cancellare in fretta.

Un adulterio - Edoardo Albinati
 

Amori Divini al MANN

Dal 7 giugno al 16 ottobre 2017 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli

La mostra Amori Divini propone al pubblico un viaggio nella storia del mito greco e della sua fortuna, affrontando il tema della seduzione e delle trasformazioni nelle sue molteplici manifestazioni. Traendo ispirazione dal vasto repertorio pompeiano, tra arte e letteratura classica, la mostra rilegge i miti di Danae, Leda, Dafne, Narciso e molti altri, indagandone i meccanismi di trasmissione e ricezione che attraverso i secoli li hanno resi parte integrante del nostro immaginario collettivo.
Più di 70 opere provenienti dai siti vesuviani e da alcuni tra i più prestigiosi musei italiani e stranieri – tra i prestatori il J. Paul Getty Museum di Los Angeles e il Kunsthistorisches Museum di Vienna – sono messe a confronto con una selezione di opere d’arte del XVI e XVII secolo, tra le quali spiccano i capolavori di Baccio Bandinelli, Bartolomeo Ammannati, Nicolas Poussin, Giambattista Tiepolo.
L’allestimento è a cura di stARTT, Studio di architettura e trasformazioni territoriali – Roma.
La mostra Amori Divini, a cura di Anna Anguissola e Carmela Capaldi con Luigi Gallo e Valeria Sampaolo, è promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli con l’organizzazione di Electa, che ne cura anche il catalogo.

Vai alla pagina della mostra.

Vai al sito della mostra.

 

I grandi autori di Mondadori Libri arrivano su Audible

La app per ascoltare i migliori contenuti audio raccontati dalla voce di attori professionisti

  • Al via l’accordo: ogni settimana disponibili nuovi audiobook di Mondadori, Rizzoli, Einaudi, Piemme e Sperling&Kupfer.
  • Tra i primi 20 titoli, libri di narrativa italiana e straniera e letteratura per ragazzi: Zafón, Carlotto, Casati Modignani, Manfredi, Grossman, Kinsella, Bianchini e per i più piccoli Geronimo Stilton. Previsti 100 nuovi titoli nei primi 12 mesi.
Mondadori Libri Audible

C’è una grande novità nel mondo dell’audio entertainment italiano: Audible, la società di Amazon leader nella produzione e distribuzione di audiobook digitali e contenuti audio parlati, sottoscrive un accordo di distribuzione con Mondadori Libri. La partnership prevede a partire dal 18 aprile la distribuzione su Audible dei nuovi titoli in formato audiobook digitale prodotti dalle case editrici Mondadori, Rizzoli, Einaudi, Piemme, Sperling&Kupfer.  Ogni settimana nuovi titoli di autori italiani e stranieri saranno disponibili per gli utenti Audible e accessibili ovunque e in ogni momento grazie alla app Audible e al servizio di abbonamento che per 9,99€ mensili, con i primi 30 giorni di prova gratuita, offre un accesso illimitato all’intero catalogo.

Audible amplia dunque l’offerta in italiano per i propri clienti, arricchendo la proposta di audio entertainment con contenuti audio attraenti e sempre nuovi con cadenza settimanale: l’accordo con Mondadori Libri consentirà infatti di distribuire numerose novità di narrativa e saggistica italiana e straniera prodotte da Mondadori, Rizzoli, Einaudi, Piemme, Sperling&Kupfer, con un occhio particolare alla letteratura per ragazzi. L’obiettivo comune è di offrire al pubblico italiano  100 nuovi titoli nel corso del primo anno.

Tantissimi i titoli e gli autori coinvolti. Tra gli altri: L’ombra del vento di Carlos Ruìz Zafon, Teutoburgo di Valerio Massimo Manfredi, Il Turista di Massimo Carlotto, 10 e Lode di Sveva Casati Modignani, Qualcuno con cui correre di David Grossman, Ti ricordi di me di Sophie Kinsella: tutti i titoli saranno letti da narratori professionisti, mentre in alcuni casi – come quello di Nessuno come noi di Luca Bianchini – sarà la viva voce degli autori stessi a scaldare l’anima agli ascoltatori. Anche i più piccoli potranno godersi un momento di piacevole intrattenimento, ad esempio, vivendo in prima persona le avventure di Geronimo Stilton: Tutta colpa di un caffè con panna e Il segreto della famiglia Tenebrax saranno tra i primi titoli della collana disponibili a catalogo. Nelle prossime settimane usciranno poi i primi audiobook di altri grandi autori come Aldo Cazzullo, Corrado Augias e molti altri.

Audible offre ai propri utenti migliaia di contenuti audio disponibili a qualsiasi ora, in qualsiasi luogo, senza interruzioni pubblicitarie, scaricabili e ascoltabili anche quando non si è connessi a Internet. Il catalogo è infatti accessibile tramite l’app gratuita da iOS, Android o Win10 e iscrivendosi al servizio con un conveniente all you can listen pack: un pratico abbonamento premium mensile al costo di 9.99€, gratis per i primi 30 giorni di utilizzo e con accesso illimitato all’intero catalogo.

Commenta Marco Azzani, country manager Audible Italia: “Siamo felici di questo accordo di distribuzione, che amplia ulteriormente le possibilità di intrattenimento che Audible offre ai clienti italiani. Dal lancio in Italia nel maggio dell’anno scorso abbiamo arricchito il catalogo in modo considerevole, raggiungendo quasi 3.000 titoli in lingua italiana e oltre 10.000 in lingue straniere. La mission di Audible è di far scoprire il potere e il fascino della voce a un pubblico sempre più ampio e questo accordo va esattamente in questa direzione”.

Commenta Francesca Rossi, responsabile digital sales di Mondadori Libri: Il lancio degli audiolibri conferma la sensibilità di Mondadori Libri verso le tematiche di innovazione. Siamo soddisfatti della collaborazione con Audible che ci permette di offrire al pubblico una nuova modalità di interazione con i nostri autori.

 

New York New York. Arte italiana: la riscoperta dell’America

Dal 13 aprile al 17 settembre 2017 sarà aperta al pubblico la mostra NEW YORK NEW YORK. Arte Italiana: la riscoperta dell’America, a cura di Francesco Tedeschi, promossa dal Comune di Milano – Cultura, Museo del Novecento e Intesa Sanpaolo – Gallerie d’Italia, in collaborazione con la casa editrice Electa.

Il percorso espositivo si snoda tra le due sedi museali e attraverso circa 150 opere racconta tante storie quanti sono gli artisti italiani che hanno viaggiato, soggiornato, lavorato, esposto negli Stati Uniti, e in particolare a New York, o solo immaginato il nuovo mondo,  tutti alla ricerca di uno spirito più libero e di modelli differenti rispetto alla vecchia Europa.

Negli spazi del Museo del Novecento è restituito l’immaginario americano e, in particolar modo, il rapporto intenso con la città di New York così come percepito dagli artisti italiani, con opere di Afro, Paolo Baratella, Corrado Cagli, Pietro Consagra, Giorgio De Chirico, Fortunato Depero, Tano Festa, Lucio Fontana, Emilio Isgrò, Sergio Lombardo, Titina Maselli,  Costantino Nivola, Gastone Novelli, Vinicio Paladini, Fausto Pirandello, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, Alberto Savinio, Toti Scialoja, Tancredi, Giulio Turcato. Una sezione a sé è dedicata all’opera fotografica di Ugo Mulas in relazione a New York e agli artisti statunitensi.

Nelle Gallerie d’Italia a Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, è invece proposta un’ampia ricostruzione dei rapporti con le istituzioni, le gallerie e i collezionisti americani che hanno valorizzato la presenza artistica italiana sul territorio americano.

A partire dalla mostra XX Century Italian Art, tenutasi nel 1949 al Museum of Modern Art di New York, sono presentati alcuni capolavori di Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Carlo Carrà, Giorgio Morandi, Massimo Campigli, Marino Marini e Virgilio Guidi, per poi proseguire con opere di autori degli anni Cinquanta e Sessanta tra i quali Carla Accardi, Afro, Gianfranco Baruchello, Enrico Baj, Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi, Alik Cavaliere, Ettore Colla, Pietro Consagra, Piero Dorazio, Renato Guttuso, Lucio Fontana, Pino Pascali, Achille Perilli, Michelangelo Pistoletto, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, Giuseppe Santomaso, Mario Schifano, Francesco Somaini, Toti Scialoja ed Emilio Vedova.

 

Il nuovo romanzo di Sara Rattaro

 
Il nuovo romanzo di Sara Rattaro

Entra nel catalogo Sperling & Kupfer una delle autrici più amate della narrativa italiana: Sara Rattaro, tradotta in 9 lingue, vincitrice di numerosi premi, tra cui il Bancarella 2015 e il Premio Rapallo Carige 2016. Il suo nuovo romanzo, L’amore addosso, parla di madri e figlie, desideri che non danno pace, bugie che impariamo a dire per la prima volta in famiglia.

Una giovane donna attende con ansia fuori da una stanza d’ospedale. È stata lei ad accompagnare lì d’urgenza l’uomo che ora è ricoverato in gravi condizioni. È stata lei a soccorrerlo in spiaggia, mentre passava per caso, dice. Non dice – non può farlo – che invece erano insieme, che sono amanti. Lo stesso giorno, in un’altra ala dell’ospedale, una donna è in attesa di notizie sul marito, vittima di un incidente d’auto. Non era con lui al momento dell’impatto; non era rintracciabile mentre la famiglia, da ore, cercava di mettersi in contatto con lei. E adesso, quando la informano che in macchina con il marito c’era una sconosciuta, non sembra stupita. La prima donna è Giulia. La seconda è ancora Giulia. E il destino, con la sua ironia, ha scelto proprio quel giorno per fare entrare in collisione le due metà della sua vita: da una parte, quella in cui è, o sembra, una moglie fortunata e una figlia devota; dall’altra, quella in cui vive di nascosto una passione e sfugge al perbenismo di sua madre e alle ipocrisie. Un segreto perseguita Giulia e fa di lei un essere   tormentato e unico, luminoso e buio.

Sara Rattaro è nata a Genova. Laureata in Biologia e in Scienze della Comunicazione, ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. È già autrice di cinque romanzi, accolti con grande successo da librai, lettori e critica, e tradotti in nove lingue: Sulla sedia sbagliata, Un uso qualunque di te, Non volare via (Premio Città di Rieti 2014), Niente è come te (Premio Bancarella 2015), Splendi più che puoi (Premio Rapallo Carige 2016).

 

Il Colosseo oltre l’epoca classica

Per la prima volta in una grande mostra – dall’8 marzo 2017 al 7 gennaio 2018 – la storia iconica dell’anfiteatro Flavio dopo l’età dei Cesari: Colosseo. Un’icona celebra, nell’ambulacro del secondo ordine dell’anfiteatro, la lunga e intensa vita del sito nei secoli, fino ai giorni nostri.

La Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma, con Electa, promuove la rassegna incentrata sulla vita post-antica del monumento. La mostra è curata da Rossella Rea, Serena Romano e Riccardo Santangeli Valenzani.  Progetto di allestimento di Francesco Cellini e Maria Margarita Segarra Lagunes.

In sei sezioni ordinate cronologicamente, l’influenza storico-culturale dell’anfiteatro si riscontra negli ambiti più diversi: dalla pittura al restauro, dall’architettura all’urbanistica, dallo spettacolo alla letteratura, dalla sociologia alla politica.
Nel tempo, il monumento diventa simbolo per eccellenza di eternità e potenza, di civiltà e cultura. Ancora oggi all’attenzione della cronaca internazionale, il Colosseo è presente nell’immaginario collettivo non solo degli italiani: il suo mito continua.

Alla mostra si accompagna il volume The Colosseum Book e il catalogo, editi da Electa.

 

Storie della buonanotte per bambine ribelli

È un libro che ha fatto parlare di sé, ancora prima di raggiungere le librerie, per la somma record – più di un milione di dollari – raccolta tramite il crowdfunding, a oggi la cifra più alta mai raggiunta per finanziare un libro inedito. Scritto a quattro mani da Elena Favilli e Francesca Cavallo, Storie della buonanotte per bambine ribelli (Mondadori) ha trovato tantissimi sostenitori in oltre settanta Paesi, che hanno condiviso l’avventura delle due autrici: raccontare le vite straordinarie di donne che, a dispetto dell’importanza delle loro scoperte, dell’audacia delle loro avventure o della portata del loro genio, sono state costantemente sminuite, dimenticate, in alcuni casi quasi cancellate dalla storia perché “donne”.

Illustrato da artiste talentuose di tutto il mondo, Storie della buonanotte per bambine ribelli svela, attraverso le cento vicende personali narrate, una forza che ha il potere di cambiare il mondo: la fiducia che ha permesso alle protagoniste di superare gli ostacoli incontrati sul loro cammino modificando le loro vite e quelle delle donne venute dopo di loro.

Da Jane Austen a Malala Yousafzai, da Coco Chanel a Simone Biles, da Frida Kahlo a Rita Levi Montalcini, le cento donne raccontate da Elena Favilli e Francesca Cavallo vogliono essere fonte di ispirazione per le bambine di ogni tempo e cultura e insegnare loro che tutti hanno il diritto alla felicità e alla realizzazione dei propri sogni, indipendentemente dal “genere”.

Elena Favilli è una giornalista e imprenditrice. Ha lavorato per Colors Magazine, RAI, Il Post, La Repubblica e McSweeney. Laureata in Semiotica all’ Università di Bologna, ha studiato Digital Media a Berkeley, California. È la fondatrice e amministratrice delegata di Timbuktu Labs, una media company che crea prodotti innovativi per bambini di tutte le età.

Francesca Cavallo è autrice e regista di teatro. Esperta di innovazione sociale, ha fondato Sferracavalli , festival internazionale di immaginazione sostenibile. Nel 2011 ha fondato Timbuktu Labs con Elena Favilli di cui è direttrice creativa.

Storie della buonanotte per bambine ribelli
 

Rizzoli Education: al via il nuovo roadshow Matematica Day

“Coinvolgere e includere con la matematica”: tre giornate rivolte agli insegnanti della scuola secondaria di primo e secondo grado

matematica-day Rizzoli Education

Rizzoli Education presenta Matematica Day: coinvolgere e includere con la matematica, il nuovo evento itinerante che si articola in tre giornate di interventi, workshop e laboratori completamente gratuiti e dedicati ai docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Si traccerà un quadro completo delle metodologie più innovative per avvicinare gli studenti a questa disciplina e sviluppare la competenza matematica, attraverso la presentazione di situazioni, problemi e casi di successo proposti da riconosciuti esperti del settore.

La competenza matematica si traduce nell’abilità di applicare il pensiero logico-matematico per risolvere una serie di problemi in situazioni quotidiane. L’insegnante ricopre in questo processo di apprendimento un ruolo centrale, poiché dovrà incoraggiare l’esplorazione, lo scambio di idee, la percezione dell’errore come opportunità di crescita e la condivisione di strategie originali.

Il primo appuntamento sarà a Torino l’8 marzo presso il Centro Congressi Unione Industriale, mentre il secondo avrà luogo a Roma, il 15 marzo, presso il Centro Congressi Cavour. Il roadshow si concluderà quindi con la tappa di Milano, il 16 marzo, presso l’Istituto dei Ciechi di Milano. Le iscrizioni online sono aperte a tutti i docenti interessati (www.matematicaday.it).

Tra i protagonisti di Matematica Day, Agostino Miele, dirigente scolastico, con un intervento sulle metodologie, Enrico Balli, CEO di SISSA Medialab, che presenterà il progetto SiS Catalyst per arginare l’insuccesso scolastico con la matematica, e Roberto Trinchero, docente universitario, che illustrerà come costruire e valutare le competenze matematiche. Oltre agli interventi, saranno proposti i laboratori rivolti alla scuola secondaria di primo grado, con Luciana Ferri, Angela Matteo, Andrea Maffia ed Eleonora Pellegrini, autori Rizzoli Education, e per il secondo grado, con Salvatore Matta, docente e formatore.

L’evento prevede l’esonero dal servizio. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza valido per tutti gli usi consentiti dalla legge.

Per approfondimenti e per iscrizioni visitare il sito: www.matematicaday.it