Libri

Pamuk ospite d’onore dell’Accademia di belle arti di Brera

Il 18 e 19 gennaio 2017 lo scrittore turco è a Milano, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2016-2017 del prestigioso ateneo

A pochi giorni dall’uscita in libreria del suo nuovo romanzo, La donna dai capelli rossi (Einaudi), Orhan Pamuk è a Milano, ospite d’onore dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Accademia di belle arti di Brera.

Il 18 gennaio alle ore 11.00, nel corso della cerimonia di apertura dell’anno accademico, lo scrittore, premio Nobel per la letteratura nel 2006, riceve il diploma honoris causa dell’Accademia di Brera “per il fondamentale apporto alla cultura figurativa contemporanea con l’intera sua opera letteraria e in particolar modo col romanzo Il museo dell’innocenza (2008) e la costituzione dell’omonimo museo a Istanbul». Titolo della lectio magistralis di Pamuk Art and literature in hard times.

Programma della giornata

Il 19 gennaio alle ore 9.00, si terrà invece, alla presenza di Pamuk, un convegno promosso e organizzato dall’Accademia di belle arti, biennio di “Visual Cultures e pratiche curatoriali”, curato dai professori Laura Lombardi e Massimiliano Rossi (ideatori dell’intero progetto). Studiosi di fama internazionale, docenti universitari, direttori di musei e curatori di mostre discuteranno sui nessi tra letteratura e arte contemporanea, le novità museografiche e museologiche introdotte da Orhan Pamuk nel museo, l’individuazione di affini esperienze di allestimento, l’influenza delle tassonomie collezionistiche, vecchie e nuove, sull’attuale lavoro degli artisti.

Programma della giornata

Pamuk ospite d'onore dell'Accademia di Brera

Orhan Pamuk, La donna dai capelli rossi, Einaudi
È bellissima, ha i capelli rossi come le fiamme e il fascino irresistibile dell’attrice che sul palco sa trasformarsi nell’eroina sensuale e perduta dei poemi. Cem è solo un umile apprendista quando la vede per la prima volta: non sa che da quel giorno anche la sua vita seguirà la traiettoria fatale e misteriosa delle tragedie cantate dai poeti. La donna dai capelli rossi è un romanzo d’amore e gelosia, sulle passioni dei padri e i tradimenti dei figli, il racconto febbrile di un’ossessione capace di cambiare il corso di un’intera esistenza.

Con la storia di Cem, personale e universale allo stesso tempo, Orhan Pamuk interroga i fondamenti letterari della civiltà occidentale e orientale, intrecciando l’Edipo Re di Sofocle con il Rostame Sohrab di Ferdowsi per scrivere il suo romanzo piú sorprendente e fulminante, capace, con i suoi colpi di scena, di togliere il fiato a ogni lettore.

 

Tre mostre di arte contemporanea da vedere a Roma e dintorni

Inaugurata lo scorso 8 dicembre nella doppia sede del Museo nazionale di Castel Sant’Angelo a Roma e del Museo Giacomo Manzù ad Ardea (Roma), la mostra Manzù. Dialoghi sulla spiritualità, con Lucio Fontana ripercorre, all’indomani del Giubileo della Misericordia, le esperienze parallele dei due scultori con la committenza liturgica negli anni ’50 e ‘60. L’esposizione documenta il comune desiderio dei due artisti – Giacomo Manzù (Bergamo, 1908 – Roma, 1991) al lavoro per il Vaticano, Lucio Fontana (Rosario, 1899 – Comabbio, 1968) per la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano – di rinnovare le iconografie tradizionali in senso contemporaneo e il fertile rapporto che in tal modo venne a crearsi con i rispettivi percorsi linguistici.

Visitabile fino al 5 marzo 2017, la mostra è organizzata dal Polo Museale del Lazio con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura e in collaborazione con il Comune di Ardea e la Fondazione Giacomo Manzù. Hanno inoltre collaborato Sapienza Università di Roma, Dipartimento di architettura e progetto e lo CSAC – Centro studi e archivio della comunicazione di Parma. Il catalogo è pubblicato da Electa.

Sempre nella capitale – ancora per pochi giorni (fino al 15 gennaio 2017) –  da non perdere la mostra Jean Arp, dedicata a uno tra i maggiori protagonisti della storia dell’arte del Novecento a cinquant’anni dalla morte.

Allestita nelle Grandi Aule delle Terme di Diocleziano, l’ampia retrospettiva dedicata al maestro francese è promossa dalla Soprintendenza speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma e dal Museo nazionale romano con Electa: circa 80 opere tra sculture, rilievi, stampe e papier collé che consentono di analizzare l’intera ricerca di Arp, dai primi rilievi in legno del 1915 alle sculture realizzate dal 1930 al 1966.

Circa duecento fotografie sono il nucleo forte di Picasso images, Le opere, l’artista, il personaggio. La mostra delinea in modo inedito non solo il percorso di un artista eccezionale, ma anche il ritratto più intimo di un uomo che ha saputo costruire la propria fama mondiale. La ricca selezione di immagini è accompagnata da una significativa scelta di opere grafiche, sculture e dipinti provenienti dal Musée national Picasso –Paris che ne inquadrano l’evoluzione artistica.

La rassegna, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintentenza capitolina ai beni culturali, è ideata da Electa in collaborazione con il Musèe national Picasso – Paris ed è organizzata con Zètema Progetto Cultura.

L’esposizione è ospitata al Museo dell’Ara Pacis di Roma fino al 19 febbraio 2017.

picasso1
 

Le otto montagne di Paolo Cognetti, un successo annunciato

Il romanzo di Paolo Cognetti Le otto montagne, pubblicato da Einaudi nel mese di novembre, è già un caso letterario internazionale.

In molti paesi si è accesa infatti un’appassionata competizione tra le case editrici interessate a pubblicare il libro.

Un mese prima dell’uscita in libreria, e prima ancora della fiera di Francoforte, il romanzo era già stato venduto in più di venti Paesi, divenuti oramai più di trenta.

Paolo Cognetti, le otto montagne, Einaudi

Al centro del libro c’è l’amicizia fra Pietro e Bruno, nata durante le estati che Pietro trascorre con i genitori in un paesino ai piedi del Monte Rosa. Un’amicizia fatta di poche parole ma granitica come la montagna che li accoglie, e che è l’altra grande protagonista del racconto. La montagna è un modo di vivere, di camminare, di respirare, e la presenza costante del paesaggio modifica i caratteri e le relazioni in questa storia tutta al maschile, magnetica e adulta.

L’intensità con cui è descritto il rapporto fra un padre e un figlio, la delicatezza nel raccontare il continuo avvicinarsi e allontanarsi di Pietro e Bruno negli anni, e la potenza misurata della scrittura hanno conquistato tutti i lettori.

Paolo Cognetti è nato a Milano nel 1978. Da anni si divide tra la città e una baita a duemila metri, dove passa gran parte dell’anno. Con Sofia si veste sempre di nero (minimum fax) è stato finalista al premio Strega. Per Einaudi ha curato l’antologia di racconti New York Stories.

 

Nel 2017 Piemme pubblicherà il nuovo romanzo di Paula Hawkins

Piemme annuncia l’uscita di Into the water, l’attesissimo romanzo di Paula Hawkins, autrice de La ragazza del treno, straordinario fenomeno mondiale e uno dei maggiori best-seller internazionali di sempre

Into the water è una storia di suspense psicologica sulle mille facce della verità e su una famiglia che rischia di annegare nei propri segreti.

Non fidarti di una superficie troppo calma: non puoi sapere cosa nasconde. Con la stessa forza narrativa che ha catturato milioni di lettori nel mondo con La ragazza del treno, Paula Hawkins ci regala un romanzo sfaccettato e ricchissimo di emozioni. Quando, in una piccola città, il fiume restituisce i corpi senza vita di una madre single e della figlia adolescente, a distanza di poche settimane l’uno dall’altro, a venire a galla sarà una vicenda molto più complicata e sorprendente del previsto. Come ne La ragazza del treno, Into the water nasce da una profonda e potente comprensione degli istinti umani e dei danni che questi ultimi possono causare.

Into the water è una lettura che sorprende a ogni pagina”, commenta l’editor americana Sarah McGrath. “Come ne La ragazza del treno, anche qui gli omicidi commessi sono parte di una storia più grande. Into the water ci racconta gli inganni della memoria e i modi in cui il passato si insinua pericolosamente nel presente e nel futuro.”

“Ancora una volta Paula esplora le affascinanti profondità della nostra mente”, dice l’editor inglese Sarah Adams “ricordandoci che di rado le cose sono come appaiono e spingendoci a indagare la realtà intorno a noi.”

“Un libro originale e coraggioso” commenta l’agente di Paula Hawkins, Lizzy Kremer.

Il romanzo uscirà negli Stati Uniti e in Inghilterra il 2 maggio 2017.

Paula Hawkins

Paula Hawkins è l’autrice del best seller mondiale La ragazza del treno, che ha venduto più di 18 milioni di copie nel mondo. Il romanzo ha trascorso 79 settimane nella classifica dei bestseller del New York Times, e più di tre mesi al primo posto assoluto. In Italia ha venduto oltre 600.000 copie, non ha mai abbandonato le classifiche fin da quando è stato pubblicato nel giugno 2015, ed è tuttora nella top ten dei libri più venduti. La ragazza del treno è diventato un film con Emily Blunt.

 

Si alza il sipario su Le origini del Regno della Fantasia

In occasione della pubblicazione del nuovo straordinario libro in cui Geronimo Stilton svela come è nato il Regno della Fantasia, le Librerie Feltrinelli ospitano in esclusiva una fantastica mostra che mette in scena le “origini” delle illustrazioni di questo libro.

Scopo della mostra è quello di raccontare a piccoli e grandi visitatori come un viaggio fantastico si è trasformato non solo in un’affascinante storia ma anche in splendide illustrazioni, con l’aiuto degli schizzi preparatori di ogni tavola, accompagnati dai commenti di Geronimo Stilton.

La mostra partirà il 27 novembre da Milano, piazza Piemonte, e sarà presente in contemporanea nel mese di dicembre 2016, oltre che a Milano, a Torino, Feltrinelli Stazione Porta Nuova e a Genova, via Ceccardi 16. A Milano, il 27 novembre alle 11.30, in occasione delll’inaugurazione sarà presente Geronimo Stilton “in pelliccia e baffi” per una lettura animata di testi tratti da Le origini del Regno della Fantasia (Piemme).

Nel mese di gennaio 2017 proseguirà, sempre in contemporanea, a Napoli, Roma, Palermo, per spostarsi poi nel mese di febbraio a Firenze, Verona e Mestre.

Le origini del Regno della Fantasia è un libro davvero speciale non solo perché è il più grande libro fantasy scritto da Geronimo Stilton, con un formato eccezionale di 41 x 45 cm, ma soprattutto perché in questo libro viene svelato il Segreto dei Segreti, cioè come è nato il Regno della Fantasia…

Tutto ha inizio con un tesoro prezioso, un magico Uovo d’Oro dal potere straordinario, capace di trasformare i sogni in realtà. Lagarto L’Arcano, il Signore del Lato Oscuro dei Sogni, è riuscito a rubarlo. Geronimo, accompagnato dalla Principessa Alidoro, deve quindi partire alla ricerca dell’Uovo… Verrà catturato nel Regno degli Incubi, dove dopo aver giocato una difficilissima partita a scacchi contro il Principe e la Principessa degli Oscurissimi, riuscirà a entrare nell’Uovo d’Oro e a sognare di tornare indietro nel tempo, per sventare il furto dell’Uovo. Il Regno dei Sogni è fuori pericolo, e i Sette Saggi Sognatori chiederanno a Geronimo, nuovo Mastro Sognatore, di entrare nell’Uovo d’Oro e di fare un ultimo sogno. Geronimo un nuovo mondo popolato da creature fantastiche… Ecco svelate Le origini del Regno della Fantasia!

Si alza il sipario su Le origini del Regno della Fantasia
 

In difesa dei diritti dei più piccoli

In occasione della Giornata dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, domenica 20 novembre nella cornice di #BCM16, la presentazione del libro di Roberto Piumini "Quel che finisce bene"

Domenica 20 novembre alle ore 11.00 (presso lo Spazio BASE Milano di via Bergognone, 34), Roberto Piumini presenta il suo nuovo libro Quel che finisce bene. Storie di bambini intorno al mondo (Edizioni Piemme – Il Battello a Vapore). Con l’autore interviene Fiammetta Casali, presidente del comitato Unicef Milano.

Nel libro nove storie di nove ragazzi provenienti da Paesi diversi e in cerca di una vita migliore. Dedicato ai diritti di bambini e ragazzi, e presentato nella cornice di BOOKCITY MILANO proprio in occasione della Giornata mondiale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, Quel che finisce bene è legato a un’importante raccolta fondi in collaborazione con Unicef Italia: per ogni copia venduta, 1 euro sarà devoluto all’Unicef a sostegno della campagna Bambini in pericolo.

Roberto Piumini, Quel che finisce bene, Piemme - Il Battello a Vapore
 

Al via la quinta edizione di BOOKCITY Milano

È la settimana di BookCity Milano 2016, la manifestazione metropolitana che, in sole quattro giornate, riempirà i luoghi storici milanesi con oltre 1.000 appuntamenti letterari e culturali gratuiti. Tra i media partner della manifestazione Gruppo Mondadori, promotore di un centinaio degli eventi in programma. Ecco una scelta di appuntamenti da non perdere.

Ad aprire la quinta edizione, alle 19.00 di giovedì 17 novembre al Teatro Dal Verme, sarà la scrittrice Elif Shafak che presenta il nuovo romanzo Tre figlie di Eva, pubblicato da Rizzoli: l’intellettuale turca parla dei contrasti che imperversano nel suo Paese d’origine intrecciando politica, religione e introspezione femminile nella Turchia contemporanea. Domenica 20 alle ore 16.30, alla Sala della Balla del Castello Sforzesco, tocca a Benedetta Tobagi presentare il suo ultimo volume La scuola salvata dai bambini, incentrato sulla composizione multietnica delle scuole odierne; interverrà Gad Lerner.

I libri Mondadori entrano in scena venerdì 18 novembre con la presentazione di Succede della youtuber Sofia Viscardi (18/11 ore 16.00, allo Spazio Base A), per proseguire, il giorno seguente alle 12.00 presso l’Archivio di Stato, con Nicola Gratteri e Antonio Nicaso, autori di Padrini e padroni; infine, la lectio magistralis di Valerio Massimo Manfredi La battaglia che cambiò il destino di Roma (domenica 20/11 ore 15.00, alla Triennale di Milano), in occasione della pubblicazione del suo ultimo volume Teutoburgo.

Da ricordare anche L’editore professore. Omaggio a Salvatore Silvano Nigro, evento realizzato in collaborazione con Fondazione Mondadori e Casa Manzoni.

Dopo l’iniziativa Porte Aperte, una giornata durante la quale una classe di studenti ha potuto immergersi nel mondo editoriale per scoprire i processi che portano alla pubblicazione di un libro, Electa propone l’appuntamento con il volume fotografico Leggere di Steve McCurry (19/11 ore 15.00, ai Frigoriferi Milanesi), autentico tributo all’universalità della lettura che raccoglie immagini scattate in ogni parte del mondo, dagli Stati Uniti alla Birmania.

Ancora, Roberto Vecchioni per Einaudi parla di La vita che si ama (19/11, ore 15.30, Piccolo Teatro Studio Melato), libro più intimo del cantautore, integrandolo con il suo nuovo cd Canzoni per i figli.

Domenica 20 novembre alle ore 16.30, all’Auditorium MUDEC, Melania Mazzucco presenta invece Io sono con te, storia di una donna congolese che trova una fedele alleata nel caos politico e nell’inospitalità italiana.

Paula Hawkins è l’autrice del best seller mondiale La ragazza del treno, che ha venduto più di 18 milioni di copie nel mondo. Il romanzo ha trascorso 79 settimane nella classifica dei bestseller del New York Times, e più di tre mesi al primo posto assoluto. In Italia ha venduto oltre 600.000 copie, non ha mai abbandonato le classifiche fin da quando è stato pubblicato nel giugno 2015, ed è tuttora nella top ten dei libri più venduti. La ragazza del treno è diventato un film con Emily Blunt.

Non solo libri quest’anno a #BCM16: alcuni dei nostri magazine hanno infatti deciso di rendersi partecipi della kermesse milanese. Interni invita tre grandi nomi dell’architettura italiana al Castello Sforzesco per altrettanti incontri. L’architetto legge l’architetto vedrà Patrizia Renzo (18/11 ore 17.00), Stefano Boeri (19/11 ore 17.00) e Alessandro Mendini (20/11 ore 17.00) commentare, rispettivamente, le opere scritte dai progettisti Ettore Sottsass, Gio Ponti e lo stesso Alessandro Mendini.

Il giornalismo emotivo come cura della e nella società è il tema affrontato dalla scrittrice e psicoterapeuta Maria Rita Parisi durante la riunione redazionale di Noialtri, giornale portavoce dell’associazione Basti-menti, che si terrà in pubblico con la presenza e il supporto di Confidenze domenica 20 novembre alle 12.30 nell’Aula Magna della Società di Incoraggiamento d’Arti e Mestieri (via Santa Marta, 18)

 

Tornano le Oxford National Conference organizzate da Rizzoli Education e Oxford University Press

 
Oxford National Conference

Al via dal 21 al 25 novembre l’edizione 2016 di Oxford National Conference, uno degli appuntamenti annuali più prestigiosi in Italia per la formazione di insegnanti di lingua inglese della scuola secondaria di primo e di secondo grado.

L’evento, rivolto ai docenti e completamente gratuito, è realizzato da Oxford University Press e Rizzoli Education nell’ambito della vasta gamma di percorsi di formazione che i due editori offrono ogni anno ai docenti.

L’edizione di quest’anno si concentra su due aree specifiche dell’insegnamento: come realizzare lezioni efficaci di CLIL (Content and Language Integrated Learning) e come sviluppare le abilità linguistiche e le ben note “life skills”, che consentono ai giovani di realizzarsi nella scuola e nel lavoro. Entrambi gli interventi offrono suggerimenti pratici e attività da realizzare nelle proprie classi.

Il tour delle Oxford National Conference toccherà le città scelte di Torino, Padova, Ancona, Bari e Milano, rispettivamente il 21, 22, 23, 24 e 25 novembre.

I relatori Ben Wetz (autore di English plus, uno dei corsi Oxford di maggior successo nella scuola secondaria di secondo grado) e Clare Maxwell (coautrice di Go Live!, un recentissimo corso Oxford per la scuola secondaria di primo grado), sono entrambi esperti di English Language Teaching e molto apprezzati dal corpo docente.

La partecipazione, per cui è concesso l’esonero ministeriale, è gratuita, previa registrazione obbligatoria online su www.oup.com/elt > Italy nella pagina Formazione professionale/Upcoming events.

Oxford National Conference
 

Il nuovo libro di Alessandro D’Avenia in libreria e a teatro

L’autore dialoga con adolescenti e adulti, studenti e professori, chiedendo in prestito le parole a Giacomo Leopardi

Arriva in libreria il 31 ottobre il nuovo libro di Alessandro D’Avenia L’arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita (Mondadori). Un sorprendente viaggio che si sviluppa in tre tappe: le inquietudini dell’adolescenza, le prove della maturità, la conquista della fedeltà a se stessi, accettando debolezze e fragilità e imparando l’arte della riparazione della vita.

Nei versi senza tempo di un poeta spesso frettolosamente liquidato come pessimista e sfortunato, Alessandro D’Avenia trova folgorazioni e provocazioni, nostalgia ed energia vitale, il rapimento della natura e lo sconvolgimento della passione. E ne trae lo spunto per rispondere ai tanti e cruciali interrogativi che da molti anni si sente rivolgere – in aula, come nelle affollatissime presentazioni dei suoi romanzi – da ragazzi di ogni parte d’Italia, tutti alla ricerca di se stessi e di un senso profondo del vivere. D’Avenia lancia una sfida a loro e ai lettori di tutte le età: Leopardi ha trovato nella poesia la sua ragione di vita, che gli consentì di cantare la vita benché non fosse stata generosa con lui, qual è la passione in grado di farli sentire vivi?

Ogni stagione della vita è interpretata attraverso una coppia di poesie, rilette con la sensibilità, la consapevolezza e la forza comunicativa dello scrittore e del professore: L’infinito, A Silvia, La Ginestra… Un viaggio esistenziale ad alto tasso poetico e una rilettura appassionata di Leopardi, non poeta del pessimismo e del ripiegamento ma piuttosto della nostalgia, dell’inesausta tensione al superamento di sé, perché la carenza di felicità dei nostri tempi è spesso solo carenza di destini.

L’arte di essere fragili diventerà anche un racconto teatrale con la regia di Gabriele Vacis, disegno illuminotecnico e sonoro di Roberto Tarasco. Debutto a Milano il 15 novembre al Teatro Carcano. Seguiranno Palermo – Teatro Biondo – il 20 novembre e Torino – Teatro Colosseo – il 5 dicembre. Da gennaio 2017 continuerà nelle maggiori città italiane.

Il nuovo libro di Alessandro D'Avenia in libreria e a teatro
 

La ragazza del treno dal 3 novembre nelle sale italiane

Dopo lo strepitoso successo del romanzo, caso editoriale del 2015, è in arrivo il 3 novembre nelle sale italiane il thriller La ragazza del treno, adattamento cinematografico dell’omonimo best seller mondiale di Paula Hawkins pubblicato in Italia da Piemme.

Uscito in Gran Bretagna e negli Stati Uniti nel gennaio 2015 e piazzatosi immediatamente al primo posto nelle classifiche di entrambi i Paesi, a quasi due anni dal lancio La ragazza del treno è ancora in vetta alla top ten statunitense: tradotto nel frattempo in più di trenta lingue, è ormai un bestseller globale, soprannominato “il thriller dei record” per aver raggiunto in così poco tempo lo straordinario traguardo dei 15 milioni di copie vendute – di cui più di 600.000 solo in Italia, dove fin dall’uscita nel giugno 2015 non ha mai lasciato la classifica dei bestseller. Non solo: dal romanzo è stato tratto il film con Emily Blunt che sarà a breve nelle sale di tutto il mondo.

L’autrice, l’inglese Paula Hawkins, è ormai una celebrità, ed è al lavoro sul secondo, attesissimo romanzo, che, come La ragazza del treno, sarà pubblicato in Italia da Piemme.

La ragazza del treno dal 3 novembre nelle sale italiane