Salvatore svela Il metodo Aranzulla

 

Come è riuscito Salvatore Aranzulla, un ragazzo di un paesino della Sicilia, a diventare il più famoso divulgatore informatico del nostro paese? In Il metodo Aranzulla, pubblicato da Mondadori Electa, racconta la sua storia di successo e talento, ma soprattutto di impegno e curiosità.

"Viviamo in un'epoca in cui è possibile fondare un'azienda con un investimento iniziale che rasenta lo zero, lavorando da casa davanti al proprio computer portatile"

"Il metodo Aranzulla", di Salvatore Aranzulla

Chi non ha mai sentito nominare Salvatore Aranzulla? Chi, di fronte a un dubbio informatico, non ha digitato su un motore di ricerca il proprio quesito, per poi scoprire che la risposta era proprio lì, a portata di clic, su aranzulla.it?

Salvatore Aranzulla è il fondatore di uno dei trenta portali web più visitati in Italia e da anni è un punto di riferimento imprescindibile per milioni di italiani che ogni giorno hanno a che fare con i piccoli problemi o le grandi insidie del mondo hi-tech. In questo libro, dopo una prima parte nella quale si ripercorrono le tappe della sua precoce carriera da blogger informatico, l’autore presenta i “ferri del mestiere” e illustra il suo metodo per creare un sito di successo e trasformare una passione in un’impresa redditizia.

La sua è una storia di successo e talento, ma soprattutto di impegno, curiosità e voglia di confrontarsi con nuove sfide imprenditoriali. Un’occasione per scoprire una delle figure più interessanti della giovane imprenditoria italiana, ma anche per capire come sfruttare le potenzialità del web e investire su se stessi.

Salvatore Aranzulla è nato a Mirabella Imbaccari (Catania) nel 1990. Dopo la laurea in Economia Aziendale alla Bocconi di Milano ha deciso di fare della sua passione – l’informatica – una professione. Il “ragazzo d’oro del web”, con oltre dodici milioni di visitatori al mese e fatturati da record, si definisce, a ragione, “il più autorevole e conosciuto divulgatore informatico in Italia”.

Il metodo Aranzulla, Salvatore Aranzulla