Firmato l’accordo per Random House Mondadori Riccardo Cavallero CEO della nuova joint venture, secondo editore librario in lingua spagnola

 

Maurizio Costa, Amministratore Delegato del Gruppo Mondadori e Peter Olson, Chief executive officer di Random House, hanno sottoscritto oggi a Barcellona l’accordo definitivo per la creazione del Grupo Editorial Random House Mondadori. La nuova joint venture sarà controllata dai due soci al 50% ed è destinata a diventare, con un fatturato di oltre 100 milioni di dollari, il secondo editore di libri nel mercato di lingua spagnola.

Random House Mondadori rileverà tutti i marchi editoriali e le società che operano nel settore dell’editoria
libraria in Spagna e in Sud America di Random House e Mondadori.
L’operazione è soggetta all’approvazione dell’Unione Europea, attesa per la fine dell’estate.

Olson e Costa hanno anche reso noto la struttura organizzativa del Grupo Editorial Random House Mondadori e annunciato il nome del numero uno operativo della società.

Il board della joint venture sarà composto da sei persone. Tre saranno nominate da Random House, tre da Mondadori. Il CEO della joint venture sarà Riccardo Cavallero, 38 anni, che dal 1998 è amministratore delegato di Grijalbo Mondadori, capofila di Mondadori in Spagna e America Latina.

Con base operativa a New York, Cavallero sarà responsabile di tutte le attività su scala mondiale del Grupo Editorial Random House Mondadori. Il gruppo sarà diviso in tre divisioni regionali che assumeranno il nome di Grupo Editorial Plaza & Janés per la Spagna (alla sua guida sarà nominato Juan Pascual); Grupo Editorial Sudamericana per Argentina, Cile e Uruguay (il numero uno operativo sarà Faustino Linares); e Grupo Editorial Grijalbo per Messico, Colombia e Venezuela (affidato a Giancarlo Corte).

Ogni responsabile di divisione, che risponderà a Cavallero, sarà responsabile dei marchi editoriali di Random House Mondadori e delle società del gruppo nel proprio ambito territoriale. Le diverse divisioni e i marchi editoriali del gruppo manterranno la loro piena autonomia in campo editoriale, conformemente alla lunga tradizione delle società controllanti.

“Con questa joint venture Mondadori raggiunge un obiettivo importante: giocare un ruolo di primo piano su mercati significativi come quelli di lingua spagnola”, ha detto Maurizio Costa. “Gli alti tassi di crescita demografica ed economica dei Paesi interessati, la possibilità di raggiungere un mercato come quello degli ispano-parlanti negli Stati Uniti aprono per la nostra nuova società nuove prospettive. E, per quanto riguarda Mondadori, riteniamo anche nel campo dell’educational e dell’editoria periodica”.

“La firma di oggi e l’accordo con Mondadori rappresentano un momento emozionante e significativo nella storia di Random House.” Ha dichiarato Peter Olson. “Con il Grupo Editorial Random House Mondadori creiamo uno snodo fondamentale per i libri, gli autori e tutti coloro che operano professionalmente ad alto livello nell’industria del libro. L’impegno più importante che ci assumiamo è quello di portare alla massima diffusione possibile le opere dei nostri autori. Non solo in Spagna e America Latina ma in genere a livello internazionale.”

“Il Grupo Editorial Random House Mondadori ha ricevuto dai suoi soci un mandato imprenditoriale impegnativo: mantenere una forte indipendenza a livello locale nello scegliere e attuare i propri programmi editoriali per ogni marchio del gruppo,” ha detto Riccardo Cavallero. “A ogni nostra divisione garantiremo un alto grado di autonomia, beneficiando allo stesso tempo di un efficiente supporto operativo centralizzato e di risorse tecnologiche per le attività a livello internazionale.”

Random House è la più grande società nel settore dell’editoria libraria a livello internazionale ed è la divisione libri di Bertelsmann AG, il maggiore gruppo internazionale nel comparto dei media, dell’e-commerce e dei contenuti interattivi. Mondadori è leader in Italia nell’area dei libri e dell’editoria periodica e uno dei più importanti gruppi media in Europa.