Per il Fuorisalone 2016 INTERNI presenta la mostra evento “Open Borders”

INTERNI conferma la sua leadership di mercato nel segmento living professionale

OPEN BORDERS” è il nome dell’attesissima Mostra-Evento ideata dal mensile INTERNI in occasione del FuoriSalone.

Patrocinata dal Comune di Milano, “OPEN BORDERS” si svolgerà da oggi al 23 aprile nei Cortili dell’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e, per la prima volta, alla Torre Velasca, dove INTERNI ha esteso il suo raggio di animazione urbana.

cover-interni.jpg

 

Oltre ai protagonisti dall’Italia, il magazine ha coinvolto progettisti di calibro internazionale – Giappone, Cina, Brasile, Russia, Gran Bretagna, Polonia – in collaborazione con aziende e istituzioni, nell’ottica di comporre un mosaico variegato di stili e visioni. Tra questi i progettisti: MAD Architects con Ferrarelle e P.A.T.I; Massimo Iosa Ghini con Ceramiche Cerdisa; Chen XiangJing con Jinghong International Furniture; Sergei Tchoban, Sergey Kuznetsov e Agniya Sterligova con Velko Group; Lissoni Associati con Audi; Stefano Boeri Architetti con Filiera del Legno FVG e Consorzio Innova FVG; Patricia Urquiola con Cleaf; Carlo Ratti Associati, Sebastian Cox e Laura Ellen Bacon con American Hardwood Export Council – Ahec, e molti altri ancora.

“Il tema della nostra mostra evento, giunta alla sua 19° edizione, si sviluppa quest’anno come ampliamento della visione progettuale a nuove sinergie, a contaminazioni con ambiti di ricerca diversi, quali il cinema e la fotografia; ma anche come applicazione di architettura e design a settori in evoluzione quali il digitale, la tecnologia e la ricerca sulla sostenibilità”, dichiara Gilda Bojardi, direttore di INTERNI. “Nella realizzazione di queste installazioni interattive, macro-oggetti, micro-costruzioni e mostre, collaboriamo con aziende leader nel campo dell’innovazione e della ricerca, con imprese che rappresentano brand affermati a livello internazionale e con piccoli produttori di nicchia che sostengono l’imprenditorialità e la creatività”, conclude il Direttore del magazine.

Tra le novità di quest’anno l’Università Statale diventa anche una delle sedi ufficiali della XXI Triennale Internazionale di Milano: la Casetta del Viandante a cura di Marco Ferreri, realizzata nell’ambito di INTERNI “OPEN BORDERS”, è stata infatti designata come mostra ufficiale della XXI Triennale Internazionale di Milano ‘21st Century. Design After Design’.

Co-producer dell’iniziativa Audi, marca premium del Gruppo Volkswagen, che ha contribuito con l’Audi City Lab in Torre Velasca, dove insieme a INTERNI presenta Untaggable Future, un laboratorio di idee su quattro temi ‘untaggable’ (People, Cities, Energy, Light); e Panasonic, leader mondiale nello sviluppo di tecnologie e soluzioni elettroniche.

Inoltre la musica di R101, radio ufficiale di “INTERNI OPEN BORDERS”, animerà l’opening night (12 aprile, ore 21.00) della Mostra-Evento con l’esclusivo concerto di Joan Thiele e Mahmood, e a seguire con DJ Set curato dai suoi music designer. La radio avrà anche una postazione fissa nei giorni del FuoriSalone da cui verranno effettuati collegamenti e interviste ai protagonisti della Design Week.

Con “OPEN BORDERS”, che regala a Milano una visibilità unica ed eccezionale, INTERNI conferma la sua leadership assoluta nel segmento living professionale, con un sistema che ad aprile è composto, oltre che dalla testata madre, da INTERNI Panorama, dalla free press INTERNI King Size e dalla Guida FuoriSalone. L’intero ecosistema INTERNI, che è nel portfolio della concessionaria Mediamond, registra un +2% di raccolta pubblicitaria rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Foto-INTERNI-OPEN-BORDERS.jpg

 

Per orientarsi nel panorama sempre più ricco di appuntamenti della Design Week milanese, non potevano mancare la Guida FuoriSalone® – disponibile anche come applicazione gratuita per iPad, iPhone e sistemi operativi Android (tablet e smartphone) – che propone una lettura ragionata di oltre 400 eventi e l’agenda day by day degli appuntamenti che coinvolgono le aziende, i designer e gli architetti che partecipano al FuoriSalone, e la Guida Zee Milano (solo in versione digitale e inclusa nella app) con una selezione dei nuovi itinerari e degli spazi fashion nella città: dal design allo shopping, dai department store ai ristoranti, fino agli hotel.