Il nostro percorso di definizione e attuazione dell’attività di stakeholder engagement ha avuto inizio in parallelo alla redazione del Bilancio di sostenibilità, anche con l’obiettivo di modellare i contenuti del Bilancio stesso secondo le esigenze di tutte le tipologie di portatori di interesse dell’azienda.

Attraverso uno schema di sintesi delle attività di Mondadori e delle sue interrelazioni con il mondo esterno, sono stati mappati gli stakeholder:

  • che sono interessati da / forniscono input a Mondadori;
  • che sono parte di Mondadori;
  • che sono interessati da / ricevono output da Mondadori.

La mappatura ha permesso di identificare più di 40 categorie di stakeholder, i quali sono stati successivamente classificati secondo i criteri di: dipendenza da Mondadori e influenza sull’azienda.

Attraverso interviste mirate e workshop dedicati con il Comitato di sostenibilità interno, ogni anno definiamo una mappa dei nostri portatori di interesse e il relativo grado di priorità rispetto all’azienda.
I portatori di interesse sono raggruppati in cluster omogenei, i quali sono poi singolarmente esaminati per stabilire quale sia il loro grado di interesse rispetto alle principali tematiche giudicate rilevanti per Mondadori, per approfondire l’analisi di materialità condotta dal Comitato di sostenibilità interno.