La riduzione dei consumi energetici e la lotta al cambiamento climatico

Il percorso di valutazione delle emissioni intrapreso dal Gruppo in questi anni ha permesso di consolidare le metodologie di calcolo ed è servito come base di partenza per l’accrescimento della consapevolezza interna su possibili politiche organiche di riduzione dei gas serra generati dalle proprie attività. In questo senso, il Gruppo si è già attivato con alcune iniziative in grado di mitigare le proprie emissioni, sia nel corso del 2017 sia in passato, quali per esempio l’implementazione di misure di efficienza energetica negli immobili, la riduzione dei consumi di carta per stampa e il rinnovo della flotta aziendale con modelli a più basse emissioni.

A livello di Gruppo nel 2017 le emissioni totali di gas a effetto serra ammontano a circa 60.520 tonnellate di CO2eq (-6% rispetto al 2016). I consumi totali di energia elettrica nel 2017 sono pari a oltre 18.950 MWh (oltre 68.240 GJ, -9% sul 2016), mentre i consumi di gas naturale sono pari a oltre 515.580 m3 (18.115 GJ, -5% rispetto al 2016). Il Gruppo non si approvvigiona di energia prodotta da fonti rinnovabili.

Le emissioni di gas a effetto serra correlate alle attività del Gruppo in Italia e considerate all’interno del perimetro di rendicontazione dell’inventario GHG consistono in:

  • emissioni dirette (scopo 1), derivanti dal consumo di gas naturale per il riscaldamento degli uffici, dei negozi e dei magazzini e dalle perdite di gas refrigerante dai condizionatori;
  • emissioni indirette energetiche (scopo 2), derivanti dal consumo di energia elettrica acquistata dalla rete elettrica nazionale per i seguenti usi:
    • illuminazione, climatizzazione (pompe di calore) ed equipment (per esempio computer, stampanti) negli uffici e nei negozi;
    • illuminazione e macchinari nei magazzini;
    • ricarica veicolo elettrico (a Segrate) e muletti (nei magazzini);
  • altre emissioni indirette (scopo 3), comprendenti le emissioni derivanti dalle attività di produzione della carta e dai viaggi di lavoro effettuati dai dipendenti.

In Italia, il consumo di gas da parte del Gruppo è sceso del 5% rispetto al 2016 passando da circa 544.000 m3 a 516.000 m3 nel 2017, principalmente per effetto della chiusura di alcune sedi e degli interventi di efficientamento energetico effettuati nell’anno. Il trend dei consumi di energia elettrica è in continua diminuzione nell’ultimo triennio: la riduzione di circa il 10% nel triennio è dovuta in parte alla chiusura di alcune sedi del Gruppo e in parte agli interventi e alle azioni di risparmio energetico implementate nel 2017. Le emissioni derivanti dal ciclo produttivo della carta sono pari a circa 32.300 tonnellate di CO2 nel 2017, in diminuzione rispetto allo scorso anno per effetto del trend decrescente dei consumi di carta (-5%).

Italia

Emissioni di gas a effetto serra (ton)201720162015
Dirette (scopo 1) ¹ – CO2eq1.0131.0641.002
Indirette energetiche (scopo 2) ² – CO2location based5.8706.5276.555
Altre emissioni indirette (scopo 3) 3 –  CO235.67835.39230.748
  • Emissioni legate alla produzione della carta
3233133.99029.529
  • Emissioni legate ai viaggi di lavoro
1.3601.4021.219
Totale emissioni38.305

Tutte le emissioni in tabella sono calcolate con fattori di emissioni espressi in CO2, a eccezione delle emissioni scopo 1 derivanti dalle perdite di gas refrigerante degli impianti di condizionamento.
1 I valori 2016 legati alle emissioni dirette (scopo 1) sono stati ricalcolati sulla base delle informazioni che si sono rese disponibili successivamente alla pubblicazione del Bilancio di sostenibilità 2016.
2 I valori 2015 e 2016 delle emissioni indirette energetiche (scopo 2) sono stati ricalcolati rispetto al Bilancio di sostenibilità 2016, a seguito dell’aggiornamento dei fattori di emissione disponibili per il calcolo.
3 I valori 2016 legati alle altre emissioni indirette (scopo 3) sono stati ricalcolati rispetto al Bilancio di sostenibilità 2016, a seguito dell’aggiornamento dei fattori di emissione disponibili per il calcolo.

Relativamente alle attività che Mondadori svolge in Francia, le emissioni di gas a effetto serra considerate all’interno del perimetro di rendicontazione dell’inventario GHG sono le seguenti:

  • dirette (scopo 1): emissioni da perdite di gas refrigeranti dei condizionatori, che per il 2017 ammontano a circa 82 kg equivalenti a 112 tonnellate di CO2eq;
  • indirette energetiche (scopo 2): elettricità acquistata dalla rete elettrica nazionale (per il riscaldamento e l’illuminazione degli edifici);
  • altre emissioni indirette (scopo 3): mobilità dei dipendenti per motivi lavorativi con aereo, auto di proprietà e auto in leasing; produzione della carta.

Sebbene in minor misura rispetto all’Italia, anche Mondadori France ha visto diminuire i propri consumi di elettricità nel 2017: 2.794 MWh consumati a fronte dei 2.917 MWh registrati nell’anno precedente (-4%). La riduzione è da imputare prevalentemente alle misure intraprese a partire dal 2015 per ridurre i consumi di energia elettrica.

Infine, per quanto riguarda le altre emissioni indirette (scopo 3), il trend in diminuzione che si registra negli ultimi anni è da imputare prevalentemente alla riduzione dei consumi di carta per stampa, che passano da circa 48.350 tonnellate nel 2015 a circa 41.976 tonnellate nel 2017, cui corrisponde una conseguente riduzione delle emissioni di CO2 pari al 13% (si passa da 20.790 nel 2015 a 18.050 tonnellate di CO2 nel 2017). La riduzione delle emissioni di CO2 avvenuta nel triennio di riferimento per Mondadori France è del 12,5%.

Francia

Emissioni di gas a effetto serra (ton)201720162015
Dirette (scopo 1) – CO2eq112246
Indirette energetiche (scopo 2)1 – CO2location based120125127
Altre emissioni indirette (scopo 3) – CO218.25619.89421.010
  • Emissioni legate alla produzione della carta
18.05019.71120.790
  • Emissioni legate ai viaggi di lavoro 2
206183220
Totale emissioni21.128

Tutte le emissioni in tabella sono calcolate con fattori di emissioni espressi in CO2, a eccezione delle emissioni scopo 1 derivanti dalle perdite di gas refrigerante degli impianti di condizionamento.
1 I valori 2015 e 2016 delle emissioni indirette energetiche (scopo 2) sono stati ricalcolati rispetto al Bilancio di sostenibilità 2016, a seguito dell’aggiornamento dei fattori di emissione disponibili per il calcolo.
2 Per l’anno 2015 le emissioni di CO2 legate ai viaggi di lavoro realizzati con l’aereo sono state stimate pari a quelle calcolate per il 2016, per il quale i dati sono disponibili.

Le iniziative per la riduzione degli impatti ambientali

Carta e sostenibilità
In risposta alle richieste previste dall’Eco-contribution, Mondadori France ha intrapreso negli ultimi anni alcune azioni volte alla modifica del formato e del peso della carta delle riviste. Nell’ultimo triennio, questi interventi hanno permesso di ottenere una diminuzione del consumo medio di carta per copia prodotta pari al 3,5%, passando da 229 grammi nel 2016 a 221 grammi nel 2017.

Interventi di risparmio energetico realizzati nel 2017 – Italia
Nel 2017, così come già accaduto nel 2015 e nel 2016, è stata dedicata grande attenzione al tema del risparmio energetico, in particolare per la sede di Segrate e per i punti vendita.

Sede di Segrate

  • nell’ambito degli interventi di riutilizzo degli ambienti ex-banca e edicola, con la realizzazione di una sala multifunzione, sono stati sostituiti gli impianti di trattamento aria ormai obsoleti con un nuovo impianto autonomo VRV a inverter. Questo, grazie al sistema per il recupero di calore dall’aria esterna e al controllo da remoto, garantisce un risparmio energetico proporzionale al grado di utilizzo della sala;
  • è proseguito il processo di sanificazione delle canalizzazioni aerauliche che ha riguardato il 5° piano, comprese le 70 cassette di regolazione di distribuzione dell’aria trattata, che con l’occasione sono state oggetto di manutenzione straordinaria. Tale intervento ha sanato malfunzionamenti e guasti delle parti meccaniche a vantaggio di una miglior qualità delle condizioni ambientali, comportando un risparmio energetico valutabile in circa 5.000 m3 di gas e 7.000 kWhel;
  • è stato realizzato un sistema automatico di gestione delle cassette di regolazione dell’impianto di condizionamento del quinto piano della sede, che, grazie a un controllo a distanza e alla capacità di adeguarsi alle condizioni esterne, permetter una migliore gestione della climatizzazione interna, generando un risparmio energetico su base annua valutato in circa 8.000 m3 di gas e 7.000 kWhel;
  • è stato realizzato un nuovo impianto di illuminazione di prestigio nel il palazzo Niemeyer, che ha previsto l’installazione di 230 corpi illuminanti di diversa potenza distribuiti presso la base dell’edificio e su archi, panchine e scale. È stata utilizzata una tecnologia a LED “dimmerabile”, dotata cioè di un regolatore elettronico che consente di controllare la potenza assorbita da ogni lampada e regolarne la luminosità;
    è stato realizzato un sistema di monitoraggio dei consumi energetici per tipologia di utilizzo per il palazzo Niemeyer e per cascina Tregarezzo, che permetterà di implementare nuove attività mirate al risparmio energetico.

Megastore Milano Marghera

  • nell’ambito di un primo intervento di ristrutturazione riguardante la zona di ingresso del negozio, che ha previsto anche orari di utilizzo diversi rispetto al resto della realtà commerciale, è stato installato un nuovo impianto di condizionamento a tecnologia inverter VRV di quarta generazione in sostituzione di quello esistente centralizzato e delle più energivore barriere termiche elettriche sulle porte di ingresso. Oltre ad aver migliorato sensibilmente le condizioni dell’ambiente, con grande vantaggio dell’attività commerciale e della flessibilità di utilizzo, l’intervento ha consentito un risparmio valutabile su base annua in circa 10.000 kWhel elettrici.

Libreria Rizzoli Galleria

  • è stato installato un sistema di gestione centralizzato degli impianti di condizionamento con controllo da remoto, collegato a un software per il risparmio energetico. Il risparmio su base annua è di circa il 10% dei consumi per il condizionamento, a fronte di migliori condizioni ambientali.

Megastore Roma via Ferri (Romanina)

  • è stato aggiornato il sistema di controllo e gestione da remoto degli impianti di condizionamento, con integrazione letture su aria esterna. Il risparmio consentito su base annua si attesta intorno al 5% circa dei consumi di energia per il condizionamento.

Interventi pianificati o in fase di progetto per il 2018 – Italia

Tutte le sedi

Oltre agli interventi di riduzione degli impatti ambientali già attuati o in fase di pianificazione nelle sedi e librerie del Gruppo, negli ultimi anni si è cercato di sensibilizzare all’utilizzo responsabile di toner e carta per stampa negli uffici. In particolare, nell’ultimo triennio, il Gruppo è riuscito a ottenere una riduzione del consumo di carta da stampa di circa il 12%.

Nel 2018 è prevista la sostituzione di tutte le stampanti delle sedi italiane, compresi i punti vendita di proprietà, con nuove stampanti multifunzione – stampante, scanner e fotocopiatrice insieme – con elevate prestazioni. Le nuove macchine garantiranno, unitamente alla qualità di stampa e alla possibilità di stampare su qualsiasi macchina presente nelle sedi, una sensibile riduzione dei consumi energetici e dei materiali consumabili (carta e toner).

Sede di Segrate

  • è attualmente in fase di richiesta di offerta un progetto per la parzializzazione dell’impianto di induzione dell’edificio principale, attraverso il sezionamento e la distribuzione idraulica di quattro macro aree per ogni piano, gestite da set di temperatura e tramite l’installazione di inverter su pompe induttori calde e fredde. L’obiettivo dell’intervento è quello di ottenere un risparmio energetico e garantire una maggiore flessibilità dell’impianto, permettendo anche un utilizzo diversificato per ogni piano;
  • è in fase di richiesta di offerta un sistema di gestione delle cassette a portata costante per gli uffici del piano “Foglia”. L’intervento, che andrà a completare il progetto già realizzato alcuni anni fa per il piano “Sottofoglia”, ha l’obiettivo di ottenere un maggior risparmio energetico, una maggior flessibilità dell’impianto e interventi di regolazione automatizzati;
  • continuano le attività di progettazione relative all’installazione di inverter su pompe pozzo per ridurre i consumi di acqua ed energia elettrica nel periodo notturno e in quello invernale;
  • è attualmente in fase di progetto la progressiva sostituzione dei corpi illuminanti esterni (lampioni parcheggi e percorsi pedonali) con nuovi apparecchi a LED.

Librerie

Sono in fase di offerta o di progetto i seguenti interventi sulle librerie:

  • la realizzazione della nuova Unità Trattamento Aria principale, l’aggiornamento del sistema di regolazione e controllo e la sostituzione della caldaia con un impianto a condensazione per il Megastore Milano Marghera;
  • la sostituzione della pompa di calore per le librerie di Milano e Firenze;
  • la sostituzione del Rooftop per la libreria di Varese;
  • la realizzazione di un nuovo sistema di gestione e controllo degli impianti di condizionamento per le librerie di Casalecchio e Milano Duomo.