A partire dal 2010 abbiamo aderito all’iniziativa lanciata da Greenpeace alle aziende del settore cartario italiano per salvaguardare le foreste primarie. In particolare, ci siamo impegnati a definire un percorso per aumentare progressivamente nel tempo la percentuale di carta “amica delle foreste”.
In questo senso i dati relativi al periodo 2010 – 2018 testimoniamo il nostro impegno ad aumentare progressivamente la sostenibilità di tutte le nostre case editrici.

Le cartiere

Dal 2014, come risultato di una politica di procurement, l’acquisto di carta è gestito direttamente da Mondadori: questo ha permesso al Gruppo di consolidare il proprio impegno nella razionalizzazione dell’utilizzo di carta per la stampa dei propri prodotti e di avere un maggiore controllo sul processo di selezione dei fornitori, in modo tale da assicurarsi che il loro operato sia coerente con i principi di sostenibilità del Gruppo. I criteri di selezione dei fornitori impongono, infatti, che la carta sia certificata secondo i due principali schemi mondiali, FSC e PEFC.

Il consumo di carta

Nel 2018 il consumo totale di carta utilizzata per la stampa dei prodotti editoriali nel perimetro delle attività in continuità (Italia e Stati Uniti) ammonta a 70.616 tonnellate (-9,5% rispetto al 2017). Grazie alla politica di acquisti di beni e servizi iniziata nel 2014, Mondadori ha potuto consolidare il proprio impegno nella razionalizzazione dell’utilizzo di carta per la stampa dei propri prodotti e avere un maggiore controllo sul processo di selezione dei fornitori, in modo tale da assicurarsi che il loro operato sia coerente con i principi di sostenibilità del Gruppo. I criteri di selezione dei fornitori impongono che la carta sia certificata secondo i due principali schemi applicati a livello mondiale, FSC e PEFC, al fine di aumentare progressivamente nel tempo la percentuale di carta certificata utilizzata.

Nel triennio, la ripartizione per tipologia di carta vede un netto cambiamento nei numeri, con una decisa diminuzione dell’utilizzo di carta classica (0,02% del totale contro il 2,1% dello scorso anno) a favore di quella certificata (99,94% del totale contro il 97,9% dello scorso anno).

 

Totale carta per stampa Italia (in tonnellate)

2016
Tipologiatonnellate%tonnellate%tonnellate%
Carta certificata 67.32599,94%73.57397,9%76.48596,8%
Carta riciclata 32 0,05370,0%460,1%
Carta classica 11 0,02%1.5782,1%2.5163,2%
Totale79.047

In Francia, la presenza dell’Eco-contribution (tassa rivolta a qualsiasi soggetto che immetta sul mercato almeno 5 tonnellate di carta l’anno e finalizzata a incentivare un utilizzo sostenibile della materia prima), costituisce un ulteriore incentivo alla promozione della raccolta e del riciclo dei rifiuti cartacei. L’applicazione di questa tassa secondo criteri proporzionali induce gli editori, tra i quali Mondadori France, a orientare i loro acquisti di carta verso le cartiere situate in prossimità dei siti di stampa, a utilizzare una tipologia di carta contenente più del 25% di fibre riciclate e a implementare strategie che favoriscano il processo di riciclo.

In particolare, l’impegno di Mondadori France per la riduzione degli impatti ambientali collegati all’utilizzo della carta si è concretizzato nello sviluppo di relazioni commerciali con tipografie certificate PEFC, FSC e ISO 14001 e con cartiere certificate PEFC e FSC situate in Europa (principalmente Svezia, Norvegia, Finlandia, Germania, Austria, Italia e Francia). Inoltre, dal 2011 la stessa Mondadori France è certificata PEFC e sottoposta pertanto a verifica annuale da parte di un ente esterno per accertare il rispetto dei requisiti di riferimento.

Totale carta per stampa Francia (in tonnellate)

Tipologia2018%2017%2016%
Carta certificata riciclata ¹ 7.349 20%6.53216%14.15831%
Carta certificata classica 29.665 80%35.44484%31.681691%
Totale45.839

1 La categoria si riferisce a tutti i quantitativi di carta certificata, non classica, contenenti una qualunque percentuale di carta riciclata