Abbiamo sempre considerato la salute dei lavoratori e la sicurezza dei luoghi di lavoro temi prioritari, effettuando tutte le attività periodiche previste dal D.Lgs. 81/08 e riponendo particolare attenzione alle riunioni periodiche sulla sicurezza, alle prove di evacuazione delle sedi, alle attività di formazione degli addetti antincendio e primo e ai sopralluoghi degli ambienti di lavoro alla presenza dei medici competenti incaricati per ciascuna società.

I documenti di valutazione dei rischi di ciascuna società controllata e/o ciascuna sede operativa sono stati correttamente aggiornati, per recepire le diverse novità che nel corso dell’anno si sono manifestate.

Dal 2014 il Gruppo Mondadori si è dotato di un sistema informativo per la gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro: il software viene utilizzato per monitorare e gestire gli aspetti legati alla formazione del personale, per la gestione delle cartelle sanitarie e la programmazione delle visite del personale sottoposto a sorveglianza sanitaria (da parte dei medici competenti nominati) e per monitorare il rispetto degli obblighi di legge previsti dalla normativa di riferimento.

Nel 2015 è stata definita una nuova metodologia per l’individuazione dei lavoratori esposti a rischi specifici e la programmazione delle relative visite mediche obbligatorie, grazie al sistema informativo per la gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro: il software, in continuo aggiornamento, viene utilizzato per ottemperare alle normative sulla sicurezza e igiene sul lavoro; inoltre permette di monitorare e gestire gli aspetti legati alla formazione del personale e all’Organismo di vigilanza interno di monitorare il rispetto delle normative da parte dell’azienda.

Dal punto di vista formativo nel 2015 è continuata la programmazione (avviata nel 2013 per tutti i lavoratori) e la gestione, sempre in modalità e-learning, della “parte generale e specifica” della formazione obbligatoria sulla sicurezza per tutti i nuovi dipendenti Mondadori, modalità che si è resa possibile in seguito alla validazione di un progetto sperimentale presentato all’AUSL di riferimento.

Grazie a questo percorso, che ha permesso nel biennio 2013-2014 di erogare la formazione di legge alla quasi totalità dei dipendenti, nel 2015 sono stati attivati ancora più di 400 corsi riservati ai lavoratori neo-assunti per la parte generale e specifica della sicurezza, ai preposti dei punti vendita, ai responsabili del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) e ai rappresentanti della sicurezza dei lavoratori (RSL) per le rispettive sessioni di aggiornamento.

Formazione sulla sicurezza sul lavoro (ore)

2015 e-learning aula Totale
Formazione erogata ai dirigenti 24 24
Formazione erogata ai quadri 44 12 56
Formazione erogata agli impiegati 600 946 1.546
Formazione erogata ai giornalisti 20 9 29
Formazione erogata agli operai 316 316
Totale ore di formazione sulla sicurezza 1.971
% sul totale delle ore di formazione erogate 18%

Nel 2015: (ore) donne 51% – uomini 49%; (partecipanti) donne 52% – uomini 48%

Dal 2011 è stato predisposto il PADL (Punto di ascolto sul disagio lavorativo), ovvero una casella di posta attraverso la quale il personale può segnalare delle situazioni di stress da lavoro correlato. La funzione Internal Audit risponde direttamente alle segnalazioni che riceve, dopo essersi consultata con l’Ufficio Legale e con il responsabile del personale. Una volta raccolta la segnalazione si procede con una prima analisi del caso e successivamente si avvia l’istruttoria. Dal 2011 si è verificato un solo caso (nel 2012).

Incidenti sul luogo di lavoro 2015

Tipologia Donne Uomini Totale
Infortuni correlati al lavoro 6 4 10
Infortuni in itinere 13 3 16
Totale infortuni 26
Tasso di infortunio (TI) 1,13