Consideriamo la salute dei lavoratori e la sicurezza dei luoghi di lavoro temi prioritari, effettuando tutte le attività periodiche previste dal D.Lgs. 81/08 e riponendo particolare attenzione alle riunioni periodiche sulla sicurezza, alle prove di evacuazione delle sedi, alle attività di formazione degli addetti antincendio e primo e ai sopralluoghi degli ambienti di lavoro alla presenza dei medici competenti incaricati per ciascuna società.

I documenti di valutazione dei rischi di ciascuna società controllata e/o ciascuna sede operativa sono costantemente aggiornati, per recepire le diverse novità che nel corso dell’anno si sono manifestate.

Dal 2014 abbiamo un sistema informativo per la gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro: il software viene utilizzato per monitorare e gestire gli aspetti legati alla formazione del personale, per la gestione delle cartelle sanitarie e la programmazione delle visite del personale sottoposto a sorveglianza sanitaria (da parte dei medici competenti nominati) e per monitorare il rispetto degli obblighi di legge previsti dalla normativa di riferimento.

Nel 2015 è stata definita una nuova metodologia per l’individuazione dei lavoratori esposti a rischi specifici e la programmazione delle relative visite mediche obbligatorie, grazie al sistema informativo per la gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro: il software, in continuo aggiornamento, viene utilizzato per ottemperare alle normative sulla sicurezza e igiene sul lavoro; inoltre permette di monitorare e gestire gli aspetti legati alla formazione del personale e all’Organismo di vigilanza interno di monitorare il rispetto delle normative da parte dell’azienda.

Per rispondere al meglio e in modo più efficiente a quanto richiesto dalla normativa in ambito sicurezza del lavoro, nel dicembre del 2016 è stato ridefinito l’assetto del Servizio di prevenzione e protezione di Gruppo: oltre a confermare il coordinamento centralizzato del servizio, è stata rivista la sua articolazione anche dal punto di vista territoriale, privilegiando una logica di presidio locale di sede e accorpando i riferimenti secondo la distribuzione geografica .

L’elencazione, dettagliata per sede, dei datori di lavoro e di tutte le figura designate o elette, coinvolte nella gestione del sistema di tutela della salute e sicurezza del Gruppo Mondadori, è stata inserita e viene mantenuta costantemente aggiornata nell’area “Prevenzione e sicurezza” della intranet aziendale.

Sempre nella sede della capogruppo è stato posizionato un DAE (Defibrillatore Automatico Esterno) in prossimità della Torre nord, utilizzabile in caso di necessità dal presidio infermieristico e dai dipendenti volontari 118 che si sono resi disponibili in azienda.

Nel 2017 è stato istituito un coordinamento della sicurezza di Gruppo per supervisionare e coordinare le attività di tutte le figure coinvolte nella gestione del sistema di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, fornire le linee guida per l’attuazione delle normative di legge, controllare la programmazione e l’esecuzione delle attività previste:

  • riunioni periodiche: sono state effettuate 7 riunioni periodiche sulla sicurezza che hanno interessato 24 sedi e coinvolto, oltre ai datori di lavoro o loro delegati per le rispettive società, 4 responsabili e 6 addetti al Servizio di prevenzione e protezione, 22 rappresentanti per la sicurezza dei lavoratori e 7 medici competenti;
  • sopralluoghi degli ambienti di lavoro: congiuntamente ai medici competenti, nel corso del 2017 sono stati effettuati i sopralluoghi degli ambienti di lavoro di 24 sedi del gruppo;
  • prove di evacuazione: oltre ai piani di emergenza testati nei 31 punti vendita in gestione diretta, i referenti per la sicurezza di ciascuna delle sedi del Gruppo Mondadori hanno coordinato le rispettive prove di evacuazione annuali a cui ha partecipato tutto il personale presente: al termine delle prove, in funzione dei feedback ricevuti sono state verbalizzate le attività necessarie al miglioramento delle procedure di emergenza.

Nel 2017 sono state erogate circa un migliaio di ore di aggiornamento in aula per il personale addetto antincendio e primo soccorso appartenente alle squadre di emergenza ed è continuata l’attività di formazione obbligatoria sulla sicurezza per i nuovi dipendenti, avviata nel 2013 per tutti i lavoratori.

La formazione obbligatoria è stata erogata in modalità e-learning grazie a uno specifico progetto sperimentale presentato e autorizzato dall’ATS (Agenzia di Tutela della Salute) di riferimento: grazie a questo percorso, nel 2017 sono state erogate, per la parte generale e specifica della sicurezza, circa 1.500 ore di corsi in e-learning, destinati non solo ai lavoratori neo-assunti negli uffici ma anche ai lavoratori e ai preposti dei punti vendita per le specifiche sessioni di aggiornamento.

Dal 2011 è attivo il PADL (Punto di ascolto sul disagio lavorativo), ovvero una casella di posta attraverso la quale il personale può segnalare delle situazioni di stress da lavoro correlato. La funzione Internal Audit risponde direttamente alle segnalazioni che riceve, dopo essersi consultata con l’Ufficio Legale e con il responsabile del personale. Una volta raccolta la segnalazione si procede con una prima analisi del caso e successivamente si avvia l’istruttoria. Dal 2011 si è verificato un solo caso (nel 2012).

Incidenti sul luogo di lavoro 2017

Numero infortuni – Italia
TipologiaDonneUominiTotale
Infortuni correlati al lavoro538
Infortuni in itinere6814
Totale infortuni22
Tasso di infortunio (TI)1,04

Numero infortuni – Francia
TipologiaDonneUominiTotale
Infortuni correlati al lavoro437
Infortuni in itinere10212
Totale infortuni19
Tasso di infortunio (TI)2,66