Per conoscere meglio e valorizzazione le nostre persone abbiamo adottato il sistema di Performance management, finalizzato a fornire uno strumento di sviluppo e di orientamento delle performance in coerenza con gli obiettivi aziendali. Il sistema permette all’organizzazione di mantenere la focalizzazione dei responsabili e dei collaboratori sulla coerenza tra performance e strategie, anche quando si rende necessario assumere e implementare decisioni difficili o fronteggiare scenari di mercato mutevoli.

I risultati del Performance management si riflettono poi sui piani di formazione e nelle azioni di sviluppo organizzativo.

In tabella si riporta il dettaglio dei dipendenti che hanno ricevuto una valutazione formale della propria performance nel 2015; le percentuali indicate rappresentano il numero dei dipendenti oggetto di valutazione nelle rispettive categorie.

Il progetto Mapping giornalisti, di cui a fine 2015 è partita la seconda edizione nell’ottica di un monitoraggio costante, ha tracciato le caratteristiche professionali e le competenze possedute ed effettivamente utilizzate dal personale giornalistico di Mondadori.

L’esito della mappatura ha avuto come effetto immediato la conoscenza approfondita della popolazione giornalistica, sia dal punto di vista delle competenze sia nell’analisi delle attività svolte da ciascuno, con un focus su interessi professionali ed extra professionali. Ciò ha consentito di migliorare efficienza e organizzazione delle redazioni con un più efficace utilizzo del personale giornalistico dipendente, e soprattutto di allineare il processo organizzativo redazionale in ottica multicanale (carta e digitale).

In particolare, nel 2015 è stato effettuato un progetto di analisi e sviluppo organizzativo dei processi redazionali di Donna Moderna, Starbene e Tv Sorrisi e Canzoni.

Partendo da un’analisi e una mappatura di tutti i processi di lavoro (as-is) del modello organizzativo con il contributo partecipativo dei giornalisti delle redazioni e delle funzioni contigue, i gruppi di lavoro hanno formulato e messo in atto ipotesi di miglioramento (to-be) che hanno da subito portato risultati in termini di maggior efficienza. Sono inoltre stati introdotti, in via sperimentale, strumenti che hanno aumentato la consapevolezza organizzativa e ottimizzato il flusso di processo.

Sistema retributivo e di incentivazione

Mondadori remunera i propri collaboratori in base a criteri meritocratici legati alle competenze, ai comportamenti professionali e, nel caso dei manager, ai risultati ottenuti.

Il sistema di compensation del personale prevede, oltre alla retribuzione fissa, strumenti di remunerazione variabile collettiva (premio di risultato), a esclusione dei dirigenti e di quei dipendenti (dirigenti, quadri e impiegati) che partecipano al sistema mbo, basato su obiettivi individuali e aziendali di redditività e produttività, finalizzato a favorire un più diretto coinvolgimento alla realizzazione dei risultati.

MBO

Numero %
Dirigenti 77 84%
Quadri 134 52%
Impiegati 120 8%
Giornalisti 20 6%
Totale 351 16%

Sono inoltre previsti, per una parte della popolazione dirigenziale:

  • un sistema di incentivazione di medio-lungo periodo (LTI, Long Term Incentivation) costituito da un premio speciale monetario liquidabile solo alla conclusione di un periodo pluriennale di riferimento e a fronte del raggiungimento di obiettivi economico-finanziari, sia consolidati sia riferibili alle singole aree di business e funzioni; in conformità al parere rilasciato in merito dal Comitato remunerazione, dopo una sospensione per il 2013 dovuta alla difficile contingenza di mercato attraversata dall’azienda, il piano di assegnazione di LTI è ripreso nel 2014.
  • piani di compensi basati su strumenti finanziari mediante l’assegnazione di stock option: istituiti dall’Assemblea degli azionisti per i trienni 2006-2008 e 2009-2011, sono attualmente in essere fino alla scadenza dei vesting period di 36 mesi dalla data di attribuzione, a eccezione delle stock option relative al 2008, decadute e non esercitabili per mancato conseguimento delle condizioni di esercizio; a partire dall’esercizio 2011 il Consiglio di amministrazione ha deliberato di non assegnare opzioni.