La nostra storia è attraversata da rapporti intensi e profondi con le comunità, dalla totalità dei nostri potenziali utenti cui dedichiamo prodotti e servizi ai diversi gruppi di interesse che con noi collaborano, interagiscono, si confrontano; dai Paesi nei quali operiamo al vasto mondo del web; dalle località in cui siamo presenti con uffici o negozi agli spazi e ai luoghi dove scegliamo di intervenire a sostegno di progetti solidali.

Interpretiamo il concetto di comunità nel senso più esteso possibile. È un vantaggio che proviene dalle nostre stesse attività, da ciò di cui ci occupiamo: libri, magazine, contenuti. Sentiamo il dovere di riflettere sugli impatti delle nostre attività nei confronti di comunità più circoscritte, particolari e comprendiamo l’importanza, per queste, dell’attenzione e dell’impegno che dedichiamo loro.

Iniziative di sostegno alla comunità

Le attività realizzate nel 2016 con l’obiettivo di sostenere singole associazioni e progetti a vantaggio della collettività hanno coinvolto sia il Gruppo sia i singoli business e attività.

Anche lo scorso anno il Gruppo ha contribuito con una donazione, in occasione delle festività di fine anno, a favore di progetti in linea con il proprio impegno di responsabilità sociale; nello specifico nel 2016 il contributo è andato a favore della Casa Pediatrica dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano e, più precisamente, al Centro multidisciplinare dedicato al disagio adolescenziale.

La particolarità di Casa Pediatrica, nata nel maggio 2015, è quella di affiancare alla cura medica una serie di terapie socio-ricreative: tra queste si colloca la prima facility in Italia adibita al recupero di giovani vittime o responsabili del crescente fenomeno del cyberbullismo. Ogni anno l’equipe di psicologi, psichiatri e neuropsichiatri infantili si occupa di oltre 700 casi di bullismo, informatico e non, oltre che di 300 situazioni legate a vamping (messaggi, foto, commenti in piena notte) e catfishing (creazione di fake IDs per celare la propria identità).

Nell’ottobre 2015 è stato sottoscritto un accordo tra Ospedale Fatebenefratelli e MIUR volto alla creazione, all’interno di Casa Pediatrica, del Centro per la prevenzione e il contrasto al cyberbullismo e ai fenomeni illegali della Rete. La struttura è intitolata a Carolina Picchio, 14enne novarese toltasi la vita nel 2013 ed emblema della lotta anti-prepotenza online.

Un cenno particolare merita il supporto che Mondadori France garantisce ogni anno all’associazione Restos du Coeur: nata da un’idea dell’attore Coluche nel 1985, Restos du Coeur offre aiuto, a partire dalla distribuzione gratuita di pasti, alle persone in condizione di disagio, dai senza tetto alle famiglie colpite dalla crisi economica. In oltre 30 anni di attività Restos du Coeur ha ampliato il proprio raggio d’intervento: fulcro dell’attività resta la distribuzione alimentare (oltre 132 milioni di pasti), cui si sono aggiunte progressivamente iniziative per il reinserimento nel mondo del lavoro, di consulenza giuridica, di assistenza sanitaria, abitativa, educativa e ricreativa.