“Abitudini e sentimenti in periodo di lockdown”: dal sondaggio di Donna Moderna emerge che 6 italiani su 10 guardano al futuro lavorativo ed economico con preoccupazione

Il magazine del Gruppo Mondadori risponde alle esigenze delle sue lettrice con tante iniziative editoriali e online

cover DM

Segrate, 24 aprile 2020Donna Moderna, da sempre in ascolto delle sue lettrici, in un momento così particolare risponde alle loro esigenze con tante iniziative editoriali e online. Tra queste il sondaggio sulle abitudini e i sentimenti della popolazione in periodo di lockdown: in una settimana hanno risposto al questionario lanciato dal magazine del Gruppo Mondadori, diretto da Annalisa Monfreda, quasi 2.000 persone facendo emergere sentimenti e preoccupazioni ai quali Donna Moderna vuole dare ascolto proponendo una serie di attività per essere ancora più vicina a lettrici e utenti (sul Panel Mondadori 915 interviste ad un campione rappresentativo popolazione web; sulle testate online e social 848 interviste).

Una delle evidenze più rilevanti è che la programmazione e la pianificazione del futuro è stata messa in stand by:  la  mancanza di certezze ha portato 6 italiani su 10 a guardare all’avvenire lavorativo ed economico con preoccupazione. Donna Moderna risponde a queste paure con un’inchiesta a puntate dal titolo Le buone idee per ripartire con lo scopo di mappare ogni settore della micro e piccola impresa e per mettere assieme un puzzle di buone pratiche a cui ispirarsi. A ciò si aggiungono le interviste mirate ad esperti del mondo del lavoro e la risposta puntuale a tutte le richieste che arrivano allo storico sportello Dalla tua parte. «È un momento in cui la nostra anima di magazine pratico va messa al servizio della paura e dello spaesamento delle lettrici», spiega la direttrice Annalisa Monfreda. «Ci chiedono soluzioni concrete e ispirazioni praticabili. E noi dobbiamo essere in grado di variare ogni numero per interpretare i bisogni di quello specifico momento».

Tra i dati emersi dalla ricerca, è risultato anche che per il 52% degli intervistati è aumentato il tempo dedicato alle relazioni personali sia dentro le mura domestiche, sia via telefono, chat e videochiamate, per cercare di abbattere le distanze geografiche che non possono essere superate fisicamente. Per questo Donna Moderna attraverso l’hashtag #lenostrevitesospese racconta storie di vita interrotte a causa del coronavirus: le maestre che fanno lezione al telefono, i ragazzi che si laureano su Zoom, gli studenti fuorisede che chiamano a turno i nonni, le cassiere dei supermercati che regalano sorrisi dietro le mascherine .

Un altro aspetto interessante è che la cura della persona, sia nel campo della bellezza sia in quello dell’attività fisica, è aumentata principalmente per le giovani donne (18 – 34 anni). Di questo tema, la redazione del magazine ne ha parlato in diretta sul proprio account Instagram con l’Estetista Cinica, raggiungendo le 11.000 views, e attraverso tre collegamenti live con il Professor Antonino di Pietro, dermatologo plastico, che ha risposto alle domande delle utenti sui temi di BodyCare, HairCare e SkinCare. Inoltre DM Beauty ha lanciato la challenge #StayCoolStayHome, un appuntamento quotidiano per prendersi cura di sé.  Ogni lunedì viene proposta una sfida con il calendario degli  incontri e da martedì a domenica un post al giorno con le tips per sentirsi alla moda anche stando a casa.

Continuano anche gli allenamenti online di Corri Con Noi, l’iniziativa dedicata alle donne che vogliono cominciare a correre, a coloro che lo fanno già e vogliono migliorare e alle runner esperte che desiderano condividere la loro passione e la loro esperienza: il tutto ovviamente all’interno delle mura domestiche.

Un altro aspetto importante è lo stato d’animo con il quale si affronta  questa emergenza: il 38% del campione subisce sbalzi d’umore continui, specialmente le donne (44%), ma ancor più i giovani tra i 18 e i 34 anni (49%). Per questo Donna Moderna ha cercato nuovi modi per creare vicinanza: le dirette Instagram quotidiane con conversazioni sulle difficoltà psicologiche provocate dal carico di lavoro femminile e dallo smartworking. O anche il racconto del dietro le quinte del magazine, con i i tips dei redattori esperti su beauty, smartworking, figli e cucina, fino alle opinioni degli edicolanti che vendono la rivista. Il tutto raccolto sotto l’hashtag #Donnamodernarestaconme. Non manca una call to action rivolta alle lettrici che possono spiegare come Donna Moderna sta facendo loro compagnia, ad esempio attraverso una ricetta o un’ispirazione. Infine con il progetto Ogni giorno più smart si può scoprire un nuovo tool utile a continuare a coltivare le proprie passioni ed essere al passo con il mondo esterno, oltre che ad avere una vita sociale, occupare le ore libere in modo interessante e tenersi in forma.

Grazie a queste iniziative l’audience di Donna Moderna è in costante aumento: in marzo ha infatti registrato un picco di utenti unici giornalieri (+1,1 milione) e la fan base social ha superato i 2 milioni.

Donna Moderna, primo network femminile, è un ecosistema che attraverso il magazine, i canali web e social, abbraccia una audience digitale di 12 milioni utenti unici al mese (Fonte: Comscore Febbraio 2020) e raggiunge un pubblico di 1,4 milioni di lettori (fonte: Audipress 2019.3) cui si aggiungono gli oltre 2 milioni di fan base sui social.