Grazia: in copertina la modella Stella Maxwell posa con la mascherina

IL MAGAZINE LANCIA UNA CAMPAGNA A FAVORE DELLE DONNE LAVORATRICI AI TEMPI DELLE SCUOLE CHIUSE

Grazia è il primo giornale italiano a scegliere una modella con la mascherina

Il magazine è al fianco delle donne che durante la crisi sanitaria economica sono più che mai in prima linea, rischiano di essere ignorate e vogliono invece essere ascoltate

Grazia, il magazine del Gruppo Mondadori diretto da Silvia Grilli, è il primo giornale italiano a scegliere per la copertina una top model con la mascherina.  La protagonista Stella Maxwell, conosciuta per la sua vita anticonformista, è la protagonista di uno scatto attuale e veritiero.  “La moda”, dice Stella, “ha sempre aiutato a superare le difficoltà e anche in questo difficile momento di emergenza sanitaria, avrà lo stesso ruolo”.

Grazia, primo fashion brand 100% italiano presente nel mondo con 20 edizioni internazionali e portavoce di stile e attualità, nel numero in edicola da domani dà spazio a una inchiesta giornalistica e a una campagna affinché l’emergenza non diventi pretesto per accantonare l’emancipazione conquistata dalle donne.

Un’inchiesta che esplora il tema del ritorno forzato delle donne in casa durante la sospensione delle scuole: vengono intervistati la ministra per le Pari opportunità e per la famiglia Elena Bonetti, la sindaca di Torino Chiara Appendino, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, l’economista Paola Profeta e molti altri.

Nel suo editoriale, il direttore di Grazia Silvia Grilli scrive: “ Visibili in luoghi pubblici come ospedali e laboratori scientifici con l’abnegazione di ricercatrici, dottoresse e infermiere. Invisibili dentro le famiglie mentre cercano di conciliare lavoro a distanza in smart working con le mansioni di mamma, cuoca, addetta alle pulizie, assistente dei parenti anziani e maestra dei propri figli nei compiti online durante la chiusura delle scuole. In un mondo giusto, la gestione familiare verrebbe ripartita equamente tra mariti e mogli perché i figli si fanno in due e la lavatrice anche. Ma sappiamo che un mondo giusto non si crea in due mesi, ci vogliono anni di educazione alla parità di genere. Dal 4 maggio l’Italia gradualmente riaprirà, mentre le scuole, gli asili e i nidi rimarranno chiusi certamente fino a settembre. Le donne resteranno il solo servizio sociale disponibile per fare fronte a bambini e anziani. Ma il problema è che nove milioni sono le italiane che lavorano fuori casa. Molte di noi si domandano come e se potranno tornare a farlo. Chi si occuperà infatti dei figli rimasti a casa? Chi assisterà gli anziani della famiglia? In molte saremo costrette a dimetterci per assumere il ruolo totalizzante di casalinga?”, ha concluso Silvia Grilli e lancia una campagna. 

Le lettrici potranno mandare al magazine e ai social di Grazia le loro esperienze, ma anche proposte da sottoporre al Governo e ai politici per risolvere il problema.

Nel numero in edicola da domani viene inoltre affrontato il tema dell’amore e del sesso ai tempi del Coronavirus. Il Governo ha stabilito che dal 4 maggio si potranno andare a trovare i congiunti e il termine “congiunti” pare che si riferisca anche alle relazioni stabili. Ma sul termine “relazioni stabili” vige l’incertezza: a che cosa si riferisce il decreto? Chi può giudicare quale sia un rapporto stabile e quale no?   Il confinamento ha costretto molti indecisi e coppie on-off a fare una scelta: i legami fragili esploderanno, ma, dall’altro lato, quelli forti si rinsalderanno. Molte le opinioni raccolte sul tema: dall’attrice Bianca Nappi, all’attore e scrittore Paolo Stella, ma anche la scrittrice Federica Bosco e l’attrice Federica Fracassi.

E ancora: quali saranno gli effetti a medio e lungo termine sulle relazioni? «La storia insegna che, dopo un’emergenza, si tende a tornare alle vecchie abitudini», risponde la sessuologa Gaia Polloni «ma è vero anche che stiamo scoprendo che il mondo on line funziona. Il cambiamento potrebbe essere più profondo». Facebook, infatti, non ha perso tempo e ha già lanciato Tuned, un’app apposta per coppie a distanza.

All’indomani delle misure del presidente Conte per affrontare la fase 2, Grazia si interroga inoltre sulle modalità per affrontare le ferie, i matrimoni e la riapertura  dei ristoranti.

Ma c’è spazio anche per l’intrattenimento con interviste all’attrice Cate Blanchett in quarantena, ai cantanti Benji e Fede che si separano, e a Coco Rebecca Edogamhe, protagonista della nuova serie originale italiana di Netflix, Summertime, tratta dal libro di Federico Moccia.

 

IMG-20200424-WA0007