Grazia: Piero Lissoni per la prima volta direttore ospite del magazine diretto da Silvia Grilli

Un numero speciale dedicato al design e alle forme della nuova normalità

Grazia, il primo fashion brand 100% italiano con 21 edizioni nel mondo, diretto da Silvia Grilli, lancia un numero speciale che vede il maestro del design Piero Lissoni per la prima volta nel ruolo di direttore ospite di un magazine.

Piero Lissoni da oltre trent’anni sviluppa progetti internazionali di architettura, interior, product design e graphic design. In questo numero straordinario di Grazia immagina, con uno sguardo positivo verso il futuro, nuove forme di realtà post pandemia e dialoga con grandi personalità per trovare connessioni tra diversi mondi.

Questa edizione speciale del magazine sarà in edicola per due settimane ed è incentrata su tre temi: minimal, ibridi e contaminazione, percorsi attraverso i quali Piero Lissoni descrive le forme di una nuova normalità.

«Quando ho proposto all’architetto Piero Lissoni la sfida di essere il direttore ospite di questo numero straordinario, non avrei mai immaginato che accogliesse con tale entusiasmo la mia proposta e si dedicasse a realizzarlo con tanta passione», dice la direttrice responsabile di Grazia, Silvia Grilli. «V’invito alla scoperta di queste pagine straordinarie di Grazia, per guardare in modo nuovo alle nostre case, riscoprire fisicamente le nostre città, i nostri paesi, i nostri luoghi, i nostri sapori, la nostra arte, dopo oltre un anno di pandemia, lockdown, incertezza, cambiamento degli stili di vita, mentre ci apriamo con speranza a un nuovo futuro. Incontrerete molte persone e un mondo di oggetti bellissimi. Ma alla fine scoprirete che le cose davvero importanti della vostra vita possono stare tutte in una valigia», conclude la direttrice.

«Quando Silvia mi ha proposto di fare da “direttore temporaneo” di questo numero di Grazia, da un lato ero terrorizzato, non sapevo da che parte iniziare, dall’altra parte però, ero entusiasta come un bambino davanti ad un nuovo gioco. A quel punto ho iniziato a giocare. Ed eccoci qua!», dichiara Piero Lissoni.

Questo numero straordinario dà spazio a grandi dialoghi con personaggi che hanno segnato la storia in questo settore e non solo, i cui ritratti portano il nome del grande fotografo Giovanni Gastel.

Dagli architetti e designers di fama mondiale Philippe Starck e Mario Bellini ai sindaci di Milano Beppe Sala e di Parigi, Anne Hidalgo. Dall’incontro con Maria Porro, Presidente di Assarredo a Stefania Lazzaroni, Direttore Generale di Altagamma. E ancora Ferruccio Resta, il Rettore del Politecnico di Milano che propone un nuovo modello di insegnamento.

Spazio anche al teatro, con Stella Pende che intervista André Ruth Shammah, anima del Teatro Franco Parenti di Milano e lo sceneggiatore Antonio Manzini. I lettori di Grazia troveranno anche le testimonianze dell’artista svizzero con anima americana Ugo Rondinone e il Professore Francesco Dal Co, direttore di Casabella.

Tra le personalità ci sono Giorgio Metta, Direttore Scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia, il gruppo di arte digitale teamLab, Giovanna Melandri, Presidente della Fondazione Maxxi, il Museo di Arte Contemporanea di Roma e il teologo Sergio Ubbiali.

Ampio spazio al servizio Segni di stile: un omaggio al design senza tempo, con una selezione di pezzi iconici, simbolo di un’estetica che va oltre le mode, fotografati da Santi Caleca.

Valeria Solarino sarà la protagonista della cover e di uno shooting moda esclusivo, minimalista e sofisticato, realizzato alla Triennale di Milano. Valeria racconta a Grazia i suoi desideri più forti in questa nuova fase della vita. Il patrimonio del Fai Villa Necchi Campiglio è la location nella quale ha preso vita uno straordinario servizio, dedicato alla libertà creativa, nella moda.

E un reportage fotografico unico dà forma alle contaminazioni della metropoli Milano.

Molte le rubriche: dal design con La forma dei desideri, i pezzi irresistibili per ogni stanza della casa, al beauty, che raccontano una bellezza minimal e ibrida. Dalla cucina, con lo chef stellato Davide Oldani, ai viaggi, con un uno sguardo verso i luoghi dell’ospitalità diffusa in Italia.

Il concept grafico ideato per Grazia da Lissoni Graphx, dipartimento dello studio che sviluppa progetti di graphic design, visual communication e brand identity, si può riassumere in rigore, bianco e font ibridato ed è in linea con i temi scelti da Piero Lissoni per questo numero speciale.

Il racconto proseguirà con un ricco palinsesto sui profili social di Grazia. Domani, giovedì 15 aprile alle ore 19.30 Silvia Grilli intervisterà in diretta sul canale Instagram del brand il direttore ospite Piero Lissoni, Valeria Solarino e Davide Oldani. E altri live con i protagonisti del numero animeranno le settimane.

Venerdì 16 aprile, l’imprenditrice digitale  Eleonora Carisi sarà la protagonista di un Instagram Stories Takeover, con la creazione di contenuti realizzati sul set del servizio dedicato al design.

Con questa iniziativa Grazia si conferma un brand in grado di evolvere costantemente, diventando un punto di riferimento per oltre 4 milioni di utenti (Fonte: Data Fusion Nielsen Media Novembre 2020) e 1,58 milioni di fan (Fonte Shareablee + TikTok e Pinterest Marzo 2021).

Anche questo numero straordinario, dopo quello del G21 uscito il 18 marzo, ha riscosso molto interesse sul mercato pubblicitario e tanti sono stati i clienti del settore arredo che hanno aderito. Il numero ha raccolto 107 pagine pubblicitarie, di cui oltre 30 del settore arredo. Già dall’inizio dell’anno Grazia ha allargato i contenuti al mondo del design, che è entrato in modo strutturato nel calendario editoriale con 10 appuntamenti a cadenza mensile nell’arco dell’anno, triplicando la raccolta in pagine del settore rispetto ad aprile 2020.

 

 

0001